ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kashmir: 44 poliziotti indiani sono morti in un attentato

Kashmir: 44 poliziotti indiani sono morti in un attentato
Dimensioni di testo Aa Aa

In Kashmir 44 poliziotti indiani sono morti quando il convoglio sul quale viaggiavano è stato colpito dall'esplosione di un'autobomba. L'attacco è avvenuto sulla strada che da Jammu porta al capoluogo Srinagar.

Si è trattato di un attentato suicida che è stato rivendicato dai terroristi irredentisti islamici di Jaish-e-Mohammad (JeM, l'Esercito di Maometto), che rivendicano l'indipendenza della regione a maggioranza musulmana amministrata da India e Pakistan.

"Un'auto ha superato il convoglio e ha speronato l'autobus che trasportava gli agenti" ha detto un dirigente della polizia indiana.

Il bilancio delle vittime potrebbe ancora salire. Molti dei feriti sono infatti in gravi condizioni.

Il JeM ha anche diffuso un video del kamikaze che ha compiuto l'attacco: è un ragazzo di 20 anni, originario del Kashmir, il cui video inizia con queste parole: "Quando sentirete la mia voce io sarò già in Paradiso".

Secondo molti osservatori quanto avvenuto potrebbe ridare forza ai jihadisti indipendentisti contraddicendo in modo clamoroso la sensazione, che le autorità di New Delhi avevano cercato di trasmettere neglli ultimi mesi: che la situazione nel Kashmir fosse tornata gradatamente alla calma dopo decenni di strisciante guerra civile.