Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

TIMELINE: L'Iran celebra i 40 anni della Rivoluzione khomeinista

TIMELINE: L'Iran celebra i 40 anni della Rivoluzione khomeinista
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di migliaia di persone sono scese nelle strade di Teheran e in altre città dell'Iran per celebrare i 40 anni della Repubblica islamica, nata dalla rivoluzione khomeinista del 1979.

Nella capitale, la folla si è riversata in piazza Azadi, simbolo di quella protesta di massa, cantando slogan che invocavano sventure agli Stati Uniti.

Alle manifestazioni ha preso parte anche il Presidente del Paese, Hassan Rohani.

"L'Iran è determinato a rafforzare il suo potere militare e il suo programma missilistico - dice quest'ultimo -: per produrre tutti i tipi di missili, anti-armatura, missili di difesa aerea, insomma tutti i tipi di missili, non dobbiamo chiedere né chiederemo il permesso a nessuno".

Tanti gli striscioni ed i ritratti inneggianti a Khomeini, che dichiarò l'Iran una Repubblica islamica, e al suo successore, l'ayatollah Khamenei.

"Siamo qui per mostrare al nemico che siamo sempre risoluti nel sostenere la nostra rivoluzione - dice questa donna, residente a Teheran - e stiamo ancora sostenendo i nostri leader nel tempo, continueremo sulla strada dell'Islam".

Le celebrazioni arrivano in un momento non facile per l'Iran, colpito dalle nuove sanzioni statunitensi che hanno contribuito a rialzo dei prezzi e carenza di generi alimentari.

"Sì, ci sono molte carenze e si registra scarso lavoro da parte di molti funzionari, tuttavia non teniamo conto di questi problemi quando si tratta di sostenere la rivoluzione: si può immaginare l'era pre-rivoluzione come una notte oscura, invece ora siamo in una giornata luminosa".

Dopo il ritorno trionfale dell'ayatollah Khomeini, una rabbia sfrenata contro l'Occidente scosse Washington e Paesi affini: a quarant'anni di distanza, con le sanzioni che causano non pochi problemi, l'Iran mantiene viva la fiamma della partecipazione popolare e del processo rivoluzionario.

Nel 1979 un colpo di stato depose il corrotto scia’di Persia Reza Palawi. Poi la rivoluzione islamica di Khomeini fece...

Publiée par Michel Giardino sur Mardi 15 janvier 2019