ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nord Stream 2, tensione fra Berlino e Washington

Nord Stream 2, tensione fra Berlino e Washington
Dimensioni di testo Aa Aa

Agli Stati Uniti proprio non va giù l'avvicinamento fra Berlino e Mosca a proposito del viadotto Nordstream2. L'ambasciatore americano in Germania Richard Grenell in un documento ha invece ammesso la possibilità di imporre sanzioni a società tedesche coinvolte nel progetto. Del documento è entrato in possesso il giornale Bild.

L'ambasciatore ha ricordato che gli Stati Uniti si sono fortemente opposti a "Nord Stream 2. In particolare, il "gasdotto ha gravi conseguenze geopolitiche "per gli alleati e i partner europei di Washington. Ha anche affermato che queste preoccupazioni sono "ampiamente condivise".

A nome del governo degli Stati Uniti, Grenell chiede alla compagnie interessate "di considerare il pericolo che questo progetto rappresenta per la sicurezza energetica europea, così come i costi di reputazione e il rischio associato alle sanzioni".

Nord Stream 2 è un'impresa comune del gigante russo del gas Gazprom e cinque imprese europee. L'obiettivo è quello di fornire ogni anno 55 miliardi di metri cubi di gas naturale russo all'Unione europea attraverso il Mar Baltico e la Germania, e si prevede che la sua entrata in funzione entro la fine del 2019.

Sono stati costruiti oltre 400 chilometri del gasdotto Nord Stream-2.

L'ambasciata ha affermato che il messaggio "non dovrebbe essere percepito come una minaccia, ma come una chiara espressione della politica americana".