ULTIM'ORA

Brexit: si vota a gennaio, l'ira dei laburisti

Brexit: si vota a gennaio, l'ira dei laburisti
Diritti d'autore
REUTERS/Francois Lenoir
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Theresa May annuncia al Parlamento il voto a metà gennaio sull'accordo per la Brexit. E i laburisti presentano una mozione di censura, una sfiducia non vincolante, per dare uno scossone alla premier ma senza farla cadere.

Reuters
Jeremy CorbynReuters

"Sto per mettere sul tavolo una mozione che dice che questa Camera non ha fiducia nel primo ministro perché non ci fa votare subito sulla sua bozza d'accordo e sull'impianto che regolerà i futuri rapporti tra Regno Unito e Unione Europea" dice alla Camera dei Comuni il leader laburista, Jeremy Corbyn.

Il voto, fatto slittare la scorsa settimana, è stato calendarizzato per metà gennaio, al limite del possibile, con alle spalle lo spauracchio di una Brexit senza accordo.

"Posso confermare oggi che torneremo a discutere dell'accordo la settimana del 7 gennaio per poi votare la settimana seguente" dice Theresa May alla Camera dei Comuni.

ll tentativo della May di riaprire i negoziati con l'Unione europea è solo una trovata per prendere tempo dato che Bruxelles ha fatto sapere chiaramente che non c'è possibilità di ridiscutere nessun punto. Oggi Theresa May riunisce il Consiglio dei Ministri per mettere a punto il piano B: l'uscita senza accordo.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.