Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Brexit, incertezza e confusione per le vie di Londra

Brexit, incertezza e confusione per le vie di Londra
Diritti d'autore
REUTERS/Henry Nicholls
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Incertezze, parlamentari conservatori del Regno Unito che hanno avviato le pratiche per il voto di sfiducia alla Premier Theresa May che a sua volta posticipa il voto sull'uscita dall'Europa. Una Brexit già nel caos si ritrova in una salita difficile da affrontare e a Londra, nei bar, sugli autobus, nella Metro e nelle case private, non si parla d'altro. "Penso che in qualche modo mi spiace molto per Theresa May perché sta raccogliendo la spazzatura che le è stata lanciata contro - ha detto James Foulkes, imprenditore - è quasi come se fosse stata lanciata una bomba e le fosse stato chiesto di ripulire le macerie. Una Brexit senza accordi? C'è bisogno di qualche forma di negoziazione - continua - non è possibile fare del commercio all'improvviso senza regole, ci devono essere alcune regole su cosa fare e cosa non fare. In quest'ottica c'è sul serio molta confusione"

"Hai il primo ministro che cerca di trattare con una Camera dei Comuni divisa - ha detto Mirza Fur, imprenditore - Personalmente non credo in un secondo referendum e in secondo voto: penso piuttosto che dobbiamo solo andarcene e poi affrontare le conseguenze in seguito ".

La parola d'ordine è quindi confusione. Lo stesso sentimento che regna in chi inglese non è, ma lavora stabilmente in Inghilterra. "Lavoriamo molto qui - ha detto Viorica Iuga , barista proveniente dalla Romania - veniamo da un altro paese e viviamo qui. Vogliamo avere una casa, avere un lavoro, avere tutto qui. Tutti sono preoccupati, non sanno cosa succederà. Dobbiamo seguire ogni discussione e capire quello che dobbiamo fare. Non abbiamo altra scelta".

Damon Embling, Euronews "C'è una crescente sensazione di affaticamento e frustrazione per la Brexit qui nel Regno Unito in questo momento. Due anni e mezzo dopo lo storico referendum, molte persone vogliono solo che la Gran Bretagna porti a termine il lavoro, fornendo certezza per il futuro. Ma è più facile a dirsi che a farsi, dato che i politici continuano a litigare su dove, come, quando e se sarà Brexit.