Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Gilet gialli: centinaia di autovelox messi fuori uso dall'inizio delle proteste

Gilet gialli: centinaia di autovelox messi fuori uso dall'inizio delle proteste
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

In Francia sono centinaia gli autovelox danneggiati o disattivati da quando, poco meno di un mese fa, sono cominiciate le proteste dei gilet gialli.

Si pensa che siano diventati un bersaglio perché i dispositivi sono il simbolo di un governo che, secondo i manifestanti, sta portando via loro troppi soldi.

Secondo la radio Europe 1 la metà degli autovelox automatici francesi sarebbe stata messa fuori servizio.

Leggi anche ➡️ Macron concede 10 miliardi di misure per salariati e pensionati. Basteranno?

La maggior parte delle telecamere è stata messa fuori uso dopo l'inizio delle proteste dei gilet gialli, ma l'opera di manomissione era cominciatà già quest'estate dopo la decisione del governo di ridurre la velocità massima sulle strade secondarie francesi da 90 km/h a 80 km/h.

Un'iniziativa che aveva l'obiettivo di ridurre il numero di vittime degli incidenti stradali, ma avversata, secondo alcuni sondaggi, dal 70% della popolazione.

I critici hanno visto nella misura una prova ulteriore dell'incapacità del presidente Emmanuel Macron e del suo parito, formente radicato a Parigi, di comprendere le esigenze dei francesi che abitano nelle zone rurali della Francia. Altri hanno suggerito che fosse semplicemente una manovra per raccogliere più denaro dalle multe per eccesso di velocità.

Secondo alcune stime dopo l'introduzione del nuovo limite l'importo raccolto dalle multe per eccesso di velocità sarebbe dovuto aumentare del 12% nel 2019, superando la cifra record di oltre 1 miliardo di euro.

Leggi anche ➡️ Tra i gilet gialli sugli Champs Elisées

Pierre Chasseray, portavoce dell'associazione francese '40 millions d'automobilistes' (40 milioni di automobilisti), ha confermato che diverse centinaia di autovelox sono stati disattivati, la maggior parte dei quali dopo l'inizio delle proteste dei gilet gialli.

Chasseray ha chiesto a Macron di tornare al vecchio limite di velocità. "Macron non ha scelta - ha detto -. E' il momento di farlo. È fondamentale per lui rinnovare il legame con i francesi. La sua popolarità ha cominicato a calare dopo l'abbassamento del limite di velocità a 80 km/h".