ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La conquista dei gilet gialli: Macron si ravvede

La conquista dei gilet gialli: Macron si ravvede
@ Copyright :
REUTERS/Stephane Mahe
Dimensioni di testo Aa Aa

In merito alle politiche che hanno scatenato la rivolta dei gilet gialli, il presidente francese Emmanuel Macron avrebbe ammesso, durante una riunione con alcuni sindaci, di "aver fattosbagli".

Lo hanno riferito alla stampa i presenti all'incontro. Macron avrebbe ammesso di aver fatto qualche "cavolata". Avrebbe detto "In questo Paese ci sono troppe tasse, troppo fisco...".

Fra gli sbagli fatti Macron avrebbe citato la diminuzione degli aiuti per gli alloggi e l'abbassamento dei limiti di velocità da 90 a 80 km/h sulle strade secondarie di Francia.

Macron durante l'incontro, che ha avuto luogo lo scorso venerdì, avrebbe anche criticato i suoi collaboratori: "Voi non immaginate neppure come io non sia coadiuvato".

Comunque il presidente francese parlerà alla Nazione lunedì alle 20per annunciare misure tese ad allentare la tensione.

La giornata di ieri

Scontri anche durante la notte a Parigi, tra "Gilet Gialli" e Polizia, mentre veri e propri predoni hanno distrutto le vetrine dei negozi e fatto razzia.

Secondo le autorità, circa 125.000 manifestanti hanno preso parte alle proteste a Parigi e in altre città della Francia, in particolare a Marsiglia, Bordeaux, Lione e Nantes.

"Un punto d'arresto all'escalation di violenza"

Il Ministro dell'Interno ha dichiarato che circa 1400 persone sono state arrestate durante le proteste dei "Gilet Gialli" di sabato.

"Un punto d'arresto è stato messo all'escalation della violenza, resta ad un livello certamente contenuto. ma totalmente inaccettabile", dichiara il Ministro Christophe Castaner.

Il Ministro dell'Interno francese Christophe Castaner.

Le proteste dei "Gillet Jaunes", partite dall'aumento del prezzo dei carburanti, si sono trasformate in proteste sociali contro il Presidente Emmanuel Macron e contro il crollo della qualità della vita in Francia.

Cosa dirà Macron?

"Ora dobbiamo ricostruire l'unità nazionale attraverso il dialogo, il lavoro, l'unione", dichiara il Primo Ministro Edouard Philippe, che sembra annunciare un tentativo di dialogo con i manifestanti.
"Il Presidente farà un discorso e sarà suo compito proporre misure che sostengano quel dialogo e che spero consentiranno a tutta la nazione francese di ritrovarsi ed affrontare insieme le sfide che già abbiamo e che continueranno a svilupparsi nei prossimi anni".

C'è attesa per il discorso di Macron, che annuncerà i provvedimenti decisi dal governo per combattere la "crisi sociale" della Francia.
Secondo ambienti vicini all'Eliseo, Macron parlerà in televisione nei primi giorni della prossima settimana.

Il Primo Ministro francese Edouard Philippe.

Nonostante le misure di sicurezza senza precedenti imposte dalla Polizia, in tutta la Francia si registrano 126 feriti.

Il nostro inviato Rodrigo Barbosa ha seguito la manifestazione che si è svolta a Lione.