This content is not available in your region

La chirurgia di precisione sposa la realtà aumentata

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
La chirurgia di precisione sposa la realtà aumentata

Chirurgia e realtà aumentata, due campi sempre piu' interdipendenti.

All'università di Pisa, in Italia, i ricercatori del progetto Vostars stanno lavorando a un nuovo tipo di visiera chirurgica, capace di migliorare la precisione degli interventi e di ridurre dell'11 per cento i tempi delle operazioni.

Per VINCENZO FERRARI, coordinatore del progetto Vostars e Ingegnere Biomedico all'Università di Pisa:**  "La realtà è ovviamente il campo operatorio, l'anatomia che è di fronte al chirurgo, in questa   realtà, inseriamo un'informazione virtuale che viene acquisita dalle immagini radiologiche dello stesso paziente.I n fondo, un navigatore chirurgico non è solo un dispositivo di facilitazione, ma in alcuni casi è anche un dispositivo di abilitazione: visualizzare un'informazione che non vedo direttamente ti permette di fare interventi che altrimenti non potresti fare".**

La visiera sarà in grado di sovrapporre perfettamente le informazioni in 3D con l'anatomia dei pazienti. Una qualità fondamentale per i chirurghi come GIOVANNI VARIALI, Chirurgo maxillo-facciale all'Ospedale di Bologna: "Nella nostra attività spesso dobbiamo riposizionare parti dello scheletro facciale per correggere, ad esempio, una malformazione: poter visualizzare sul paziente le indicazioni necessarie per inserire una parte in una nuova posizione, garantendo simmetria, è un aiuto inestimabile "

Entro la fine del 2019 il dispositivo di Vostars verrà sottoposto a 3 diversi controlli clinici, in Italia e in Germania, e dovrebbe essere finalmente disponibile sul mercato per gli entro il 2022.