Eliseo: "L'Austria non vuole essere accomunata ad Ungheria e Italia"

Eliseo: "L'Austria non vuole essere accomunata ad Ungheria e Italia"
Diritti d'autore 
Di Loredana Pianta
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Cancelliere federale tedesco Sebastian Kurz a Parigi sostiene il rafforzamento di Frontex. Martedì sarà in Italia

PUBBLICITÀ

"L'Austria non vuole essere associata alle politiche portate avanti dall'Ungheria e, in certi ambiti, dall'Italia". Lo affermano fonti legate al Presidente francese che ha incontrato all'Eliseo Sebastian Kurz, cancelliere federale dell'Austria e presidente di turno dell'Unione europea.

Emmanuel Macron ha invocato una stretta sull'espulsione" dei migranti irregolari, ma nel rispetto dei valori fondanti dell'Europa. Un chiaro riferimento all'Ungheria di Viktor Orbán, che rischia sanzioni dopo il voto del Parlamento europeo per violazione degli stessi.

Il Presidente francese ha anche parlato del necessario rafforzamento di Frontex, l'Agenzia europea nata per aiutare gli Stati membri a proteggere le loro frontiere, osteggiata da Orbán e invece sostenuta da Kurz, favorevole alla proposta del presidente della Commissione europea Jean-Claude Junker, che prevede l'invio di 10.000 guardia-frontiere entro il 2020.

"I Paesi di primo approdo dei migranti hanno bisogno della nostra solidarietà", ha dichiarato il Cancelliere, "Ma devono anche accettare l'aiuto dell'Unione europea".

Kurz, che martedì incontrerà in Italia Giuseppe Conte, ha anche annunciato un summit Europa-Africa sul tema immigrazione a dicembre.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alto Adige, tensioni Vienna Roma, Kurz: "agiremo d'accordo con Italia"

Ilaria Salis candidata alle elezioni europee con Alleanza Verdi e Sinistra

Ungheria, la candidata della sinistra chiede elezioni anticipate: La gente non vuole più Orbán