ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Inconsistenti le accuse contro il Papa": parla il vaticanista Andrea Tornielli

Lettura in corso:

"Inconsistenti le accuse contro il Papa": parla il vaticanista Andrea Tornielli

"Inconsistenti le accuse contro il Papa": parla il vaticanista Andrea Tornielli
Dimensioni di testo Aa Aa

Il coordinatore del sito cattolico Vatican Insider Andrea Tornielli critica il grande attacco contro Papa Francesco spiccato dall'ex diplomatico vaticano Carlo Maria Viganò che chiede pure le dimissioni del pontefice.

Francesco sarebbe stato al corrente del flagello della pedofilia negli USA e non avrebbe fatto nulla. Intanto in Pennsylvania il locale procuratore avrebbe le prove sull'omertà del Vaticano realtiva a 300 sacerdoti colpevoli di reati sessuali.

Andrea Tornielli:E' assurdo scaricare la responsabilità su Papa Francesco e addirittura chiedere le dimissioni dell'unico pontefice che ha preso una decisione ferma, definitiva, inedita e clamorosa cioè quella di togliere la porpora a un cardinale.

Paolo Alberto Valenti, euronews: Viganò sostiene di aver incontrato il Santo Padre e di aver evocato un voluminoso dossier contro l'ex arcivescovo di Washington McCarrick. Papa Francesco cosa avrebbe dovuto fare a fronte di questa informazione?

Andrea Tornielli:Innanzitutto dobbiamo leggere le parole di Viganò e attenerci a quello che lui dice. Viganò non va dal Papa per parlargli di McCarrick. Viganò non va dal Papa per parlargli di McCarrick. Non porta al Papa documenti su McCarrick. Risponde a una domanda del Papa che gli chiede: qual è il suo giudizio su McCarrick? E lui gli risponde: Santità è stato un corruttore di seminaristi e in Vaticano alla Congregazione dei vescovi c'è un grosso rapporto contro di lui. Punto. Non gli dice altro.

Paolo Alberto Valenti: Questo documento (l'attacco di Viganò) lascia molto perplessi e forse nasconde qualche verità, lei cosa ne pensa?

Andrea Tornielli:Fare un attacco così duro, plateale contro il Papa, chiedendone le dimissioni e oscurando la Festa delle famiglie (In Irlanda) secondo me la dice lunga sugli obiettivi di questa operazione. Concordo sul fatto che i singoli fatti presi a sè dobbiamo darli per veri. Non ho visto i documenti di Viganò ma presumo che le sue affermazioni siano supportate da documenti. Il problema è lo stravolgimento totale della realtà perchè noi abbiamo un Papa (Giovanni Paolo II) che ha fatto vescovo McCarrick, l'ha promosso arcivescovo di Washington e l'ha fatto cardinale, abbiamo un altro Papa (Benedetto XVI) che sembra gli ha abbia detto " stai tranquillo" "stai riservato" ma non gli ha dato alcuna sanzione pubblica e abbiamo invece Papa Francesco che lo ha sporporato, gli ha tolto la porpora, e questi sono i dati di fatto quindi concordo col giudizio di inconsistenza complessiva del report.