EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Grecia, settimo giorno di ricerche dopo l'inferno dei roghi

Grecia, settimo giorno di ricerche dopo l'inferno dei roghi
Diritti d'autore 
Di Michalis Arampatzoglu
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le speranze si riducono di ora in ora ma le squadre lavorano sempre piû duramente: il racconto del nostro corrispondente

PUBBLICITÀ

Le ricerche sono arrivate al settimo giorno nella regione di Attica, in Grecia, dove volontari e vigili del fuoco si arrischiano ormai lungo pericolose gole e sentieri di montagna, camminando per ore nella speranza di trovare sopravvissuti ai devastanti incendi dei giorni scorsi.

Gli uomini e le donne delle unità speciali stanno scandagliando ogni centimetro di edifici e campi nell'area dei roghi. Sebbene le speranze siano ridotte al minimo, i loro sforzi proseguono senza sosta.  Ma dopo una settimana di ricerche, con risvolti spesso traumatici, anche i soccorritori più addestrati cominciano a mostrare i propri limiti

"Ho partecipato ad altre operazioni simili - ha spiegato al nostro corrispondente un ufficiale dei pompieri - ma ciò che mi rattrista di più, in questo caso particolare, è l'enorme numero di minori rispetto al resto della popolazione che ha perso la vita.

"A renderci almeno un po 'felici, se è lecito usare questa parola in una tale situazione - gli fa eco il maresciallo Georgios Kafkas - , è che sì, abbiamo avuto molte vittime, ma abbiamo anche avuto molti sopravvissuti, persone che abbiamo salvato ".

Al momento, il numero dei morti è arrivato a 88, mentre a non essere ancora chiaro è quello dei dispersi: per questo, anche la conta delle vittime potrebbe continuare, purtroppo, a salire.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grecia: incendi, il lavoro dei sub volontari per cercare i dispersi

Grecia: il governo stanzia sussidi di emergenza per le vittime degli incendi

Atene, veglia in ricordo delle vittime dei roghi