Istat: crescono i consumi ma anche il divario tra famiglie

Istat: crescono i consumi ma anche il divario tra famiglie
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nord Ovest spende di più, quasi 900 euro in più che nelle Isole

PUBBLICITÀ

Crescono i consumi degli italiani ma restano al di sotto del 2011 e aumentano le disuguaglianze. Secondo i dati resi dell’Istat, la spesa media delle famiglie nel 2017 risale a 2.564 euro al mese, con un aumento dell’1,6% rispetto al 2016. Un aumento per il quarto anno consecutivo che tuttavia non riguarda tutti.

A pesare nelle tasche e nei portafogli, il rialzo dell’inflazione senza contare che restano ampie le differenze sul territorio, legate ai diversi livelli di reddito. In poche parole si spende molto di più al Nord e nelle città dove una famiglia può arrivare a sborsare fino a 2.829 euro mensile. Quasi 900 euro in più che nelle Isole e al Sud.

Come sempre, la spesa maggiore è per il settore degli alimenti (carne, frutta e verdura, acqua e caffè). Nel paniere seguono i soldi per beni e servizi come affitto, elettricità e trasporti. Senza contare le spese mediche.

Se cresce il divario tra i ricchi, che sono sempre più ricchi, e il ceto medio che risente della recessione, le famiglie di soli stranieri spendono in media 945 euro in meno rispetto alle famiglie di soli italiani.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"L'Europa che vogliamo": ecco il progetto del Pd per le elezioni di giugno

Europee, i conservatori francesi fanno campagna elettorale sull'immigrazione al confine italiano

Al via Vinitaly: oltre 4mila cantine presenti, Lollobrigida contestato