EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il "Don Chisciotte" di Terry Gilliam sconfigge...i mulini a vento

Il "Don Chisciotte" di Terry Gilliam sconfigge...i mulini a vento
Diritti d'autore REUTERS/Neil Hall
Diritti d'autore REUTERS/Neil Hall
Di Cristiano Tassinari
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il film "maledetto" di Terry Gilliam (ci ha lavorato per 15 anni, con mille contrattempi!) è finalmente pronto per essere proiettato al Festival di Cannes: vinta l'ultima battaglia legale, la pellicola è pronta per l'uscita nelle sale cinematografiche di tutto il mondo.

Stavolta Don Chiosciotte ce la fa!

PUBBLICITÀ

Il Festival di Cannes proietterà "L'uomo che ha ucciso Don Chisciotte" di Terry Gilliam, ormai un film maledetto.
La pellicola dell'ex Monty Python - poi diventato regista di successo mondiale - chiuderà la 71. edizione del Festival, in cartellone sabato 19 maggio.
Stavolta possiamo dire che Don Chiosciotte ha combattuto davvero contro i mulini a vento. E l'ha spuntata.

Una maledizione "cinematografica"

Una vera maledizione, dicevamo: sono 15 anni che Terry Gilliam ci lavora, a questo film.
Prima i problemi di salute (ernia) di Jean Rochefort, che doveva essere l'attore principale, poi i danni al convento portoghese dove è ambientata parte del film, infine la battaglia legale con il produttore Paulo Branco.
La giustizia francese, ora, ha deciso: il film sarà proiettato a Cannes.

La battaglia legale

"Nessuno ha interesse nel film che non venga proiettato", spiega il produttore Paulo Branco, "ma deve essere fatto nel rispetto di ogni produttore che ha lavorato a questo film, senza essere totalmente calpestato dal regista, come ha fatto con altri produttori".

REUTERS/Eric Gaillard
Il produttore cinematografico portoghese Paulo Branco, attorniato dai cronisti.REUTERS/Eric Gaillard

L'avvocato di Terry Gilliam, Benjamin Sarfaty, risponde per le rime al produttore. Ha ottenuto la proiezione della pellicola alla fine del festival di Cannes, cosa che Paulo Branco non voleva assolutamente.

"In sostanza, era convinto che se il film fosse proiettato alla chiusura del Festival di Cannes, subirebbe danni irreversibili di immagine e, invece, abbiamo dimostrato che questo pregiudizio è solo una visione della sua mente", commenta l'avvocato Sarfaty.

REUTERS/Charles Platiau
L'avvocato di Terry Gilliam, Benjamin Sarfaty.REUTERS/Charles Platiau

Gli attori

Protagonisti del film di Terry Gilliam sono Jonathan Pryce nel ruolo di Don Chisciotte e Adam Driver in quello di Sancho Panza (anche se il personaggio è in gran parte sostituito da quello di Toby Grisoni, un moderno Sancho Panza).
Una piccola parte anche per Rossy De Palma, attrice culto di Pedro Almodovar.

La locandina inglese del film. In alto compare ancora il nome del produttore Paulo Branco.
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Lars von Trier, il "Provocatore", torna a Cannes

Al Festival di Cannes palestinesi e sauditi in cerca di visibilità

Il 'Benvenuto Cellini' di Terry Gilliam: è fasto di scena e musica