ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A quale temperatura parliamo di febbre, in Italia e in Europa?

Lettura in corso:

A quale temperatura parliamo di febbre, in Italia e in Europa?

A quale temperatura parliamo di febbre, in Italia e in Europa?
@ Copyright :
CC0 Creative Commons
Dimensioni di testo Aa Aa

Il vecchio trucco di mettere il termometro vicino alla lampadina dell'abat-jour per fare salire la temperatura ascellare oltre i 37°C, così da poter saltare scuola con la giustificazione "febbre", potrebbe non bastare in altri Paesi europei. Se vivete per esempio in Portogallo, dovrete tenere il termometro più a lungo accanto la fonte di calore: la temperatura misurata sotto l'ascella dovrà essere di almeno 37.6°C.

Un tedesco o un inglese sorrideranno a sentirvi definire "febbre" una temperatura sotto i 37,5°C, mentre in Grecia il termometro messo nella bocca di un adulto deve segnare almeno 39°C.

Pe quanto il tema possa generare infinite discussioni al bar fra persone di nazionalità diversa, non senza una immancabile dose di luoghi comuni, la differenza di definizioni è solamente apparente.

Contattata da euronews, l'EMA, Agenzia del Farmaco Europea, riferisce che il termine "febbre" si definisce, in campo medico, una temperatura superiore all'intervallo normale. Non esiste una soglia di temperatura esatta per la febbre, poiché questa varia da individuo a individuo. "Esistono però definizioni di febbre nel contesto di sperimentazioni cliniche individuali per alcune malattie: ad esempio, nei casi di influenza, si ha febbre sopra i 38°C".

Secondo il dott. Claudio Cricelli, presidente della SIMG, Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, ognuno di noi ha una diversa temperatura corporea. "Non c’è uno standard univoco. Varia a seconda del sesso, delle ore del giorno, dell'attività fisica: se facciamo una corsa, la temperatura corporea aumenta tantissimo, mentre al risveglio sarà diversa dalla sera".

"Non considero appropriato parlare di soglie standard. Se parliamo di milioni di persone, la temperatura media è compresa tra i 36-36.2°C e i 36.8-37°C".

Come cambia la temperatura a seconda di strumento e punto di misurazione

Tutto cambia a seconda dello strumento (alcuni termomentri sono più affidabili di altri; quelli a mercurio ora sono fuori legge) e al punto di misurazione. "In Italia viene fatta una misurazione abitualmente sbagliata, ovvero quella sotto l'ascella. In altri Paesi non se lo sognano neanche".

Sotto l'ascella la temperatura è più bassa rispetto a quella interna, "quella vera", come la definisce dott. Cricelli.

La temperatura corporea andrebbe misurata "nelle cavità, in bocca o nel retto, dove è leggermente superiore rispetto a quella misurata a livello epidermico". La differenza è di circa mezzo grado. "Avere 37.2°C in bocca, alla sera, è considerato normale in quanto sotto l'ascella sarà di circa 36.7-36.8°C.".

Esistono diversi tipi di febbre, è bene ricordarlo. In generale, il termine indica è la risposta naturale dell'organismo che si trova a doversi difendere da infezioni come le malattie virali.

Negli altri Paesi europei

Abbiamo chiesto ai colleghi di euronews di indicarci le raccomandazioni dei rispettivi sistemi sanitari nazionali. Alcuni specificano le modalità di misurazione e, in generale, le differenze sono minime.

  • In Spagna l'associazione dei pediatri definisce febbre ogni temperatura superiore a 37.5°C sotto l'ascella o 38°C nel retto;
  • Nel Regno Unito, l'NHS classifica come febbre una temperatura superiore a 37.5°C negli adulti, 38°C nei bambini, al netto delle variazioni che tengono conto dell'ora del giorno e dell'attività quotidiana;
  • In Germania, l'associazione dei medici internisti dice si ha la febbre sopra i 37.8°C quando la temperatura è presa in bocca, 38.2°C nel retto. La temperatura corporea normale si aggira sui 37°C;
  • In Grecia, la temperatura corporea normale è compresa tra i 36.6°C e i 37.3°C. Sono considerate febbri alte nei neonati le temperature superiori ai 38°C; nei bambini tra 1-3 mesi quelle superiori a 38-38.2°C, nei bambini da 3 a 36 mesi sopra i 39°C. Per quanto riguarda gli adulti, la temperatura alla bocca deve essere superiore a 39°C;
  • In Russia una temperatura di 36.6°C è tradizionalmente considerata nella norma. Le associazioni mediche indicano che la temperatura rettale ordinaria dovrebbe essere di 37.5°C: qualsiasi valore superiore è percepito come febbre leggera, sopra i 39°C si parla di febbre alta, a 40°C bisogna andare in ospedale e sopra i 41.5°C si parla di "temperatura non compatibile con la vita";
  • In Francia, febbre è considerata una temperatura superiore ai 38°C;
  • Anche in Ungheria si parla di febbre sopra i 38°C. Nei bambini, febbre è una temperatura rettale superiore ai 38.5°C;
  • In Portogallo, il servizio sanitario nazionale indica che si ha febbre quando la temperatura supera i 38°C a livello rettale (definito come il "metodo più rigoroso"), 37.6°C a livello ascellare, 37.8°C a livello timpanico e 37.6°C a livello orale;
  • In Turchia, infine, si parla di bambini con la febbre quando la temperatura supera i 38°C nel retto, i 37.8°C se misurata nell'orecchio e 37.2°C sotto l'ascella.