Toys r us non regge a l'e-commerce, dichiarata la bancarotta

Toys r us non regge a l'e-commerce, dichiarata la bancarotta
Diritti d'autore REUTERS/Peter Nicholls
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Avviata la procedura di amministrazione controllata, 3000 posti di lavoro a rischio

PUBBLICITÀ

Toys R Us, la più grande catena di negozi di giocattoli presente nel Regno Unito, finisce in bancarotta e va in amministrazione controllata con 3000 posti di lavoro a rischio.

A settembre la proprietà statunitense aveva chiesto la procedura di bancarotta sotto il peso di 5 mld di dollari di debiti. A scavare la fossa ai grandi magazzini del gruppo è stato l'e-commerce, con Amazon in testa.

Solo nel 2016 il colosso di Jeff Bezos ha venduto 4 mld di giocattoli, registrando un incremento del 24%.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Fallisce il gigante dei giocattoli Toys R' US

La sicurezza dei giocattoli è garantita?

La diaspora dei bambini, costretti a fuggire da guerre e crisi nel report di Save the Children