Russia: non è terrorismo la causa del disastro aereo vicino Mosca

Russia: non è terrorismo la causa del disastro aereo vicino Mosca
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un Antonov precipita dopo il decollo, 71 morti

PUBBLICITÀ

Non sarebbe il terrorismo la causa del disastro aereo dell'Antonov russo precipitato con 71 persone a bordo, appena decollato dall’aeroporto moscovita di Domodedovo. Era diretto verso la città di Orsk, mille e cinquecento chilometri a Sudest, vicino al confine con il Kazakhstan.

Il velivolo è caduto a circa 40 chilometri dalla capitale Mosca.

Finora nulla si sa dell'inchiesta, appena agli inizi, e le indiscrezioni sono contraddittorie. Prima si è detto che, a causa della segnalazione di un guasto a bordo da parte del pilota, questo avrebbe chiesto di poter atterrare in uno scalo vicino. Il Comitato investigativo ha affermato però, che dall'apparecchio non era partita alcuna comunicazione anomala. Alcune voci sostengono invece che il pilota avrebbe rifiutato la procedura di de-icing che prevede di spruzzare sulle ali del velivolo sostanze chimiche che sciolgono il ghiaccio e ne prevengono la formazione. Ma la cosa appare poco probabile, visto che si tratta di una procedura standard.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mosca, un video delle telecamere CCTV mostra il momento dell'esplosione

Russia, precipita un aereo di linea: 71 morti

Mosca: attacco a Domodedovo. In manette proprietario dello scalo