Le Ong lanciano l'allarme: grave crisi umanitaria in Centrafrica

Le Ong lanciano l'allarme: grave crisi umanitaria in Centrafrica
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da oltre quattro anni una guerra tra milizie armate dilania il Paese. Alcune zone sono inaccessibili persino ai volontari

PUBBLICITÀ

Le Ong lanciano l'allarme sul Centrafrica, scenario di una gravissima crisi umanitaria. Dopo il colpo di Stato ai danni del presidente Bozizé, da oltre quattri anni il paese è sprofondato in una guerra tra milizie armate, che ha causato due milioni di profughi. Atti di violenza si registrano ancora in tutto il Paese.

Cécile

"Ero ad Alindao - dice Cécile - quando le violenze sono iniziate e son dovuta scappare. Quando sono ritornata degli uomini mi hanno rapito e hanno picchiato me e mio figlio con un machete"

Anche nelle zone relativamente sicure del Paese, le persone sono sottomesse a una violenza onnipresente. Le autorità sembrano incapaci di impedire la proliferazione di uomini armati, che vivono come sciacalli, imponendo delle tasse che fanno aumentare il costo della vita. Alcune zone sono inaccessibili persino ai volontari.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Centrafrica: 100 morti negli scontri scoppiati a Bria

Onu: nuove violazioni diritti umani in R. Centrafricana