EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La Corea del Nord ha scritto all'Australia per chiedere aiuto contro gli USA

La Corea del Nord ha scritto all'Australia per chiedere aiuto contro gli USA
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il Ministero degli esteri ha diffuso una lettera firmata: Suprema Assemblea del Popolo

PUBBLICITÀ

La Corea del Nord ha inviato una lettera all’Australia e ad altre nazioni per chiedere il loro supporto contro Donald Trump.

Una copia della missiva, mandata dall’ambasciata di Pyongyang in Indonesia alla rappesentanza australiana nello stesso paese asiatico, è stata diffusa dal Ministero degli Esteri. In essa si trovano critiche al presidente Trump e al suo principio “US first”, senza risparmiare attacchi alle altre nazioni “inginocchiate”, “egoiste e dalle vedute ristrette”, che hanno contribuito alle sanzioni “illegali” contro il leader supremo Kim Jong-un e il suo popolo.

“Se Trump pensa di fare genuflettere la Corea del Nord, una potenza nucleare, attraverso minacce di guerra, ha sbagliato di grosso: tutto questo è espressione della sua ignoranza”, si legge. “Il Comitato per gli Affari Esteri nordcoreano coglie l’opportunità per esprimere la convinzione che i parlamenti di altre nazioni a cui stanno a cuore gli ideali di indipendenza, giustizia e pace” possano vigilare attentamente sull’operato degli Stati Uniti.

La minaccia del presidente USA di distruggere la Corea del Nord equivale ad una minaccia di distruggere il mondo intero, dice il documento. La lettera è indirizzata al parlamento australiano da parte del Comitato Affari Esteri della Assemblea del Popolo nordcoreano.

#NKorea wrote a letter to Australia https://t.co/63TbhBzXrVpic.twitter.com/r8QwEwkbqN

— euronews (@euronews) October 20, 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, l'ex vicepresidente Pence: "Io contro l'isolazionismo, dobbiamo sostenere gli alleati"

Trump a processo, morto l'uomo che si è dato fuoco davanti al tribunale di New York

Harry, 'tu vuò fà l'americano': residenza statunitense per il duca di Sussex