Al via il 70esimo Festival di Cannes: il film d'apertura è "Les fantômes d'Ismaël"

Al via il 70esimo Festival di Cannes: il film d'apertura è "Les fantômes d'Ismaël"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si accendono le luci sull’edizione numero 70 del Festival di Cannes.

PUBBLICITÀ

Si accendono le luci sull’edizione numero 70 del Festival di Cannes. Sulla Croisette sfilano i membri della giuria presieduta da Pedro Almodóvar e composta, tra gli altri, da Will Smith, il premio Oscar Paolo Sorrentino e la regista tedesca Maren Ade.

#Photocall#Cannes2017 Jury Longs Métrages / Feature Films Jury pic.twitter.com/ARml6CAN77

— Festival de Cannes (@Festival_Cannes) May 17, 2017

Monica Bellucci è la madrina della manifestazione cinematografica.

#Cannes2017 Cérémonie d’Ouverture / #Opening Ceremony pic.twitter.com/6xQktYIYOz

— Festival de Cannes (@Festival_Cannes) May 17, 2017

Il film d’apertura è “Les fantômes d’Ismaël” del francese Arnaud Desplechin con protagoniste Marion Cotillard e Charlotte Gainsbourg. Il direttore del Festival di Cannes Thierry Fremaux ha scelto un film su un triangolo di amori e gelosie che per la prima volta mette sullo stesso set le due stelle del cinema.

#Redcarpet#Cannes2017 Cérémonie d’Ouverture / Opening Ceremony pic.twitter.com/TZj0XcU63U

— Festival de Cannes (@Festival_Cannes) May 17, 2017

“La 70 esima edizione del Festival di Cannes è partita bene con una storia d’amore profonda e sensibile, irradiata dalla presenza di due attrici di classe mondiale, Charlotte Gainsbourg e Marion Cotillard. Il concorso dura 12 giorni, saranno proiettati film di tutti continenti, le più grandi star cammineranno sul tappeto rosso”, spiega l’inviato di euronews Frédéric Ponsard.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il "mese del cinema europeo": tutta l'Europa sul grande schermo

"Anatomia di una caduta": trionfo europeo (in tre lingue) al Festival di Cannes

Justine Triet, la regista di "Anatomie d'une Chute": Palma d'Oro e un discorso anti-Macron