Hezbollah minaccia Israele dopo l'incontro Trump-Netanhyahu

Hezbollah minaccia Israele dopo l'incontro Trump-Netanhyahu
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Fra le reazioni all'incontro Trump-Netanhyahu quella più violenta è quella di Nasrallah, il capo di Hezbollah che minaccia le installazioni nucleari israeliane

PUBBLICITÀ

Dopo l’incontro fra Trump e Netanyahu e le dichiarazioni secondo cui un solo stato israelo-palestinese è meglio di due sono stati gli Hezbollah a minacciare.

Il segretario generale dell’organizzazione integralista libanese, Hassan Nasrallah, ha affermato che le dichiarazioni di Trump e Netanyahu segnano la fine del processo di pace israelo-palestinese. Le politiche del presidente Trump sono confuse, ha aggiunto, ricordando che la forza del gruppo militante libanese è stata il principale deterrente contro l’aggressione di Israele a Beirut e minacciando esplicitamente, per la prima volta, di colpire gli impianti nucleari di Dimona in caso di guerra. Nasrallah ha fatto le sue affermazioni nel corso di una cerimonia per i 38 anni della rivoluzione iraniana.

Dimona è un centrale nucleare e Nasrallah ha detto che Israele dovrebbe smantellarlo. Ci sono sospetti che in quel luogo vengano effettuate produzioni nucleari militari di Israele che non ha mai ratificato il Trattato di non proliferazione e che non è dunque soggetto ai controlli dell’Aiea.

Trump ha affermato che il ‘dogma’, questo il termine che ha usato, dei due stati dev’essere superato nel perseguimento della pace in Medioriente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scambio di razzi tra Hezbollah e Israele, Borrell: "Evitare escalation in Medio Oriente"

Gaza, nuovi attacchi di Israele: in migliaia all'addio al vicecapo di Hamas a Beirut

L'indagine dell'Afp sul giornalista ucciso al confine libanese: "Proiettile usato solo da Israele"