EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Protesta degli attivisti filotibetani Svizzera contro la visita di Xi Jinping

Protesta degli attivisti filotibetani Svizzera contro la visita di Xi Jinping
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Centinaia di attivisti filotibetani sono scesi in piazza in Svizzera nel giorno dell’arrivo del presidente cinese Xi Jinping in visita di stato prima di partecipare al Forum di…

PUBBLICITÀ

Centinaia di attivisti filotibetani sono scesi in piazza in Svizzera nel giorno dell’arrivo del presidente cinese Xi Jinping in visita di stato prima di partecipare al Forum di Davos. Jinping è stato accolto a Berna, insieme alla moglie, dalla sua omologa della Confederazione, Doris Leuthard, e ha parlato al Parlamento.

“La situatione mondiale – ha detto – sta attraversando una fase di profondi e complessi cambiamenti, influenzati da fattori destabilizzanti e che non si possono misurare. Con la mia partecipazione al Forum economico mondiale di Davos e con la visita di Stato in Svizzera, voglio collaborare a trovare soluzioni comuni per affrontare questi importanti problemi globali”.

“Tibet libero”, “non trattiamo con gli assassini” e altri slogan contro il presidente cinese sono stati scanditi dai partecipanti a un sit-in che ha seguito la manifestazione ufficiale durante il quale ci sono stati anche momenti di tensione violenta con la polizia. Le autorità elvetiche avevano autorizzato la protesta solo a condizione finisse prima dell’arrivo di Jimping, per non replicare quanto accadde nel 1999 in occasione della visita di Stato del suo predecessore Jiang Zemin, quando gli esuli tibetani manifestarono nella piazza federale causando un incidente diplomatico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Davos, manifestazione contro il World economic forum: non si fa abbastanza per il clima

Proteste in Francia: migliaia preoccupate per il futuro dei diritti di donne, Lgbtq+ e migranti.

Kenya, proteste e sconti nelle strade di Nairobi