EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Elezioni islandesi. I "Pirati" pronti a prendersi l'isola

Elezioni islandesi. I "Pirati" pronti a prendersi l'isola
Diritti d'autore 
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Islanda alle urne per le politiche con un vincitore annunciato.

PUBBLICITÀ

Islanda alle urne per le politiche con un vincitore annunciato. Anche se non arriverà primo, vedrà comunque aumentare i propri consensi in modo esponenziale il partito dei Pirati islandesi. Diventerà così una delle forze determinanti in seno all’Althingi, uno dei più vecchi parlamenti del mondo, passando dagli attuali 3 ad almeno 12, 15 o anche 20 scranni, su un totale di 63.

Così la sua fondatrice, la poetessa Birgitta Jonsdottir: “Chiunque può far parte del nostro movimento. Abbiamo intercettato la voglia di cambiamento di tantissimi giovani qui in Islanda”.

E sono proprio i giovani lo zoccolo duro dei Pirati che vengono subito dietro ai conservatori nelle intenzioni di voto. Il premier dimissionario David Gunnlaugsson, coinvolto nello scandalo dei Panama Papers, è in difficoltà.

Qualcosa di prevedibile secondo un’analista: “I partiti tradizionali hanno fatto il loro tempo dalla crisi finanziaria e la gente è scontenta di come hanno affrontato l’austerity o l’economia. Per questo chiede più riforme democratiche e questo apre spazi per nuove formazioni politiche”.

I Pirati hanno promesso democrazia diretta, nessuna rivoluzione in economia e un referendum su un’eventuale adesione all’Unione europea, in passato bocciata.

Le urne apriranno alle 9 di questo sabato per chiudere alle 22 dello stesso giorno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Islanda: la prima nave da crociera collegata alla rete elettrica di un porto

Islanda, nei cieli sopra il vulcano attivo visibile l'eclissi solare: poco dopo una nuova eruzione

Islanda: erutta ancora il vulcano a Grindavik, mura per difendere la città