EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Hong Kong: al via il processo contro Rurik Jutting. L'ex banchiere britannico è accusato di duplice omicidio

Hong Kong: al via il processo contro Rurik Jutting. L'ex banchiere britannico è accusato di duplice omicidio
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Rurik Jutting avrebbe sequestrato e torturato una delle sue vittime per tre giorni.

PUBBLICITÀ

Rurik Jutting avrebbe sequestrato e torturato una delle sue vittime per tre giorni. Ad accusare il banchiere britannico è stato l’avvocato generale durante la prima udienza del processo, apertosi a Hong Kong, che vede imputato l’uomo accusato di duplice omicidio.

Il 31enne, probabilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (cocaina, in particolare), avrebbe ucciso due giovani indonesiane non prima però di averle filmate con il suo smartphone. Immagini di una violenza inaudita che il giudice ha sottoposto alla corte.

Inutilmente lui si è dichiarato ‘non colpevole’, sostenendo che al momento dei fatti non era in grado di intendere completamente.

I corpi delle due ventenni erano stati ritrovati nell’appartamento di lusso del banchiere britannico il 1° novembre 2014. A chiamare la polizia era stato lo stesso Rurik Jutting che all’epoca lavorava per Bank of America.

Il 31enne avrebbe torturato per 72 ore Sumarti Ningsih prima di ucciderla con un coltello, sotto la doccia. Qualche giorno prima la ragazza aveva avuto dei rapporti sessuali a pagamento con l’uomo.
In quell’occasione lui era stato talmente violento che lei gli aveva restituito dei soldi pur di poter andare via. Pochi giorni dopo però, il 26 ottobre, aveva deciso di incontrarlo nuovamente in cambio di una somma non specificata. Dopo averla ammazzata Rurik Jutting ne ha avvolto il corpo in teli di plastica, chiudendolo poi in una valigia.

Il 31 ottobre 2014 ha attirato nel suo appartamento Seneng Mujiasih. Anche a lei aveva promesso soldi in cambio di favori sessuali. Secondo l’accusa aveva già preparato tutto l’occorrente
per ucciderla. Come effettivamente è successo poco dopo.

L’ex studente di Cambridge rischia l’ergastolo. Si tratta del caso di cronaca più grave da dieci anni a questa parte a Hong Kong.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito, annuncio a sorpresa di Sunak: elezioni anticipate il 4 luglio

Piano Ruanda, l'Austria elogia il Regno Unito: insieme per modificare il sistema legale europeo

Il tribunale di Londra ha deciso: Assange può appellarsi contro l'estradizione negli Stati Uniti