Ciclismo: Paolini positivo alla cocaina, la Katusha non è sospesa

Ciclismo: Paolini positivo alla cocaina, la Katusha non è sospesa
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Katusha è salva. La squadra di ciclismo russa, come stabilito dalla commissione disciplinare dell’Uci, non verrà sospesa dall’attività agonistica

PUBBLICITÀ

La Katusha è salva. La squadra di ciclismo russa, come stabilito dalla commissione disciplinare dell’Uci, non verrà sospesa dall’attività agonistica, nonostante due suoi corridori siano stati trovati positivi, a pochi mesi di distanza l’uno dall’altro. Si tratta di Luca Paolini ed Eduard Vorganov. L’italiano risultò positivo alla cocaina, durante l’ultimo Tour de France, venendo subito escluso dalla corsa. L’Uci ha però deciso martedì che verrà punito solo il ciclista, perché nel suo caso non si puo’ parlare di doping volto a migliorare le prestazioni sportive. Il russo Vorganov, invece, era stato trovato positivo il 14 gennaio al Meldonium, inserito nella lista delle sostenze proibite proprio a inizio anno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Uefa riapre alle squadre russe under 17, l'Ucraina non ci sta

Bahamontes, addio alla leggenda spagnola del ciclismo

Russia e Bielorussia potranno partecipare alle Olimpiadi del 2024?