EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Polemica in Belgio. Perquisita troppo tardi la casa dove si sarebbe potuto trovare Salah Abdeslam?

Polemica in Belgio. Perquisita troppo tardi la casa dove si sarebbe potuto trovare Salah Abdeslam?
Diritti d'autore 
Di Lilia Rotoloni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In questione una legge che vieta le perquisizioni notturne

PUBBLICITÀ

Salah Abdeslam potrebbe essere passato sotto il naso dei poliziotti belgi.

Il ricercato sarebbe l’ultimo presunto membro ancora in libertà del commando che ha perpetrato gli attentati di Parigi del 13 novembre scorso.

Si sarebbe potuto trovare in uno degli appartamenti di Moleenbeck-Bruxelles perquisiti dagli agenti. L’alloggio, però, è stato trovato vuoto. Il perché lo spiega il ministro della giustizia belga Koen Geens:

I nostri servizi ci hanno indicato come non fosse del tutto escluso che il ricercato fosse presente in quel luogo e che l’orario in cui non si può fare una perquisizione, ossia fra le nove di sera e le cinque del mattino non li ha certo aiutati a ritrovarlo.

Non ci sono state mancanze da parte della polizia, l’unica cosa che voglio dire è che la legislazione potrebbe aiutare di più i servizi ad essere più efficaci in casi simili.

Così la legge che, in Belgio, vieta le perquisizioni notturne, salvo in caso di incendio o di flagranza di reato, verrà probabilmente cambiata.

Troppo tardi per sapere se veramente Abdeslam si trovasse a Molenbeeck nei giorni successivi agli attentati, ma in tempo per rosicchiare un altro pezzetto di libertà pubbliche in nome della lotta al terrorismo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attentati di Parigi. In Belgio segnalati due nuovi sospetti

Belgio:chi sono i due fratelli Abdeslam, il kamikaze e il fuggitivo

Chi sono gli attentatori di Parigi