EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Cina: bombe inviate per posta 7 morti nel Guangxi, c'è un sospetto

Cina: bombe inviate per posta 7 morti nel Guangxi, c'è un sospetto
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Sette persone sono rimaste uccise in 15 esplosioni in contemporanea nella provincia cinese sudoccidentale del Guangxi.

Tra gli obiettivi, un ospedale e almeno un edificio del governo della città di Liucheng, alcune foto postate sui social network cinesi mostrano le devastazione di un palazzo di 5 piani e decine di persone ferite.

Secondo gli inquirenti che cercano un sospetto di 33 anni, L’uomo sarebbe una persona del posto. Le bombe sono state spedite per posta in piccoli pacchi.

La Cina ha sofferto per anni attentati sporadici contro gli uffici dei governi locali, soprattutto nelle zone rurali, contro espropriazioni di terreni o demolizioni forzate.

[07.09-16:20] FOTO #Lishui#Zhejiang#Cina#esplosione#incendio impianto chimico pic.twitter.com/RIw1wvfIV7

— Emergenza24 (@Emergenza24) September 7, 2015

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

35 anni da piazza Tiananmen: il mondo ricorda il massacro del 4 giugno 1989, la Cina no

Putin in Cina: Xi mi ha parlato della tregua olimpica in Ucraina sostenuta da Macron

Putin a Pechino con Xi Jinping: "Pronti a negoziare sull'Ucraina, partiamo dalla proposta cinese"