EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Emergenza profughi: Orban "chi entrerà in Ungheria sarà arrestato"

Emergenza profughi: Orban "chi entrerà in Ungheria sarà arrestato"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

“Il governo ungherese ha preso una decisione controversa quando ha deciso di utilizzare le forze armate nella gestione della crisi dei migranti –

PUBBLICITÀ

“Il governo ungherese ha preso una decisione controversa quando ha deciso di utilizzare le forze armate nella gestione della crisi dei migranti – spiega il giornalista di euronews, Tanács Gábor – Siamo alla base militare vicino Röszke, dove sono stati dispiegati quasi 4000 soldati in supporto alla polizia”.

Chi entrerà illegalmente in Ungheria, dal 15 settembre, sarà arrestato. Parola di Viktor Orban.

Il capo del governo di Budapest, insieme alla Repubblica Ceca e alla Slovacchia, ha ribadito il no all’introduzione di quote obbligatorie e permanenti di distribuzione dei rifugiati.

Una linea dura che non ha impedito a circa 12.000 profughi di attraversare il Paese nelle ultime 24 ore per raggiungere l’Austria. Un flusso che l’Ungheria vuole interrompere: per finire più in fretta la barriera al confine con la Serbia il governo impiega anche i detenuti.

L’ultra-conservatore premier magiaro ha anche chiesto a Bruxelles di schierare forze comunitarie a difesa della frontiera greca con la Turchia, accusando Atene di non essere in grado di far rispettare le norme di Schengen.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crisi migranti, il premier ungherese difende la polizia

A Lesbo situazione in miglioramento, registrate 20 mila persone

Ungheria: migranti, il governo prevede di dichiarare lo stato di emergenza