Strada sbarrata verso la Germania: a Budapest bloccati un migliaio di migranti

Strada sbarrata verso la Germania: a Budapest bloccati un migliaio di migranti
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Budapest le porte della stazione ferroviaria di Keleti restano chiuse a un migliaio di migranti. I treni internazionali partono, ma non per i

PUBBLICITÀ

A Budapest le porte della stazione ferroviaria di Keleti restano chiuse a un migliaio di migranti. I treni internazionali partono, ma non per i profughi a cui non è consentito di proseguire il viaggio verso l’Austria e la Germania. Il governo di Budapest esige che i migranti abbiano un passaporto e un visto per muoversi nell’area Schengen.

“Le uniche persone alle quali è concesso di salire su un treno internazionale sono quelle in possesso dei documenti necessari. La maggior parte dei rifugiati sono, dunque, qui in attesa di sapere cosa ne sarà di loro. Nessuno sa quanto lunga sarà l’attesa”, spiega Andrea Hajagos, la corrispondente di euronews a Budapest.

Le autorità ungheresi vogliono registrare tutte le persone che chiederanno asilo. I migranti per motivi economici saranno rimpatriati.

“Qui aspettano tutti un treno per partire. Non abbiamo bisogno di nulla. Non comprendiamo perché la polizia ci ha bloccato”, dice un siriano.

I migranti fermi a Budapest hanno un sogno chiamato Germania e lo gridano sventolando con rabbia il biglietto del treno.

Lunedì sempre dalla capitale ungherese erano partiti diversi treni con migranti. A Monaco di Baviera ne sono arrivati oltre 2000, in centinaia sono scesi in altri centri della Baviera. Tutti, o quasi, dichiarano di essere siriani.

Angela Merkel nei giorni scorsi ha annunciato la sospensione degli accordi di Dublino, accettando di farsi carico delle richieste di asilo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Schengen: il simbolo dell'Europa unita a rischio

Guerra in Ucraina: la Conferenza sulla sicurezza spera nell'aiuto della Cina

Monaco, al summit sulla sicurezza Zelensky chiede maggiori aiuti