EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Ucraina, Putin deciso a sfruttare le divisioni tra gli alleati occidentali

Ucraina, Putin deciso a sfruttare le divisioni tra gli alleati occidentali
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Se a Monaco di Baviera l’obiettivo comune è delineare un piano di pace per l’Ucraina orientale, nei fatti gli alleati occidentali appaiono divisi

PUBBLICITÀ

Se a Monaco di Baviera l’obiettivo comune è delineare un piano di pace per l’Ucraina orientale, nei fatti gli alleati occidentali appaiono divisi sulle strategie per raggiungerlo.

Lunedì, i ministri degli Esteri dell’Unione europea potrebbero adottare nuove sanzioni contro personalità e organizzazioni russe coinvolte nel conflitto ucraino.

Putin ha qualche margine di manovra per evitarlo, secondo il presidente della Conferenza di Monaco. Intervistato da euronews, l’ex ambasciatore tedesco negli Stati Uniti Wolfgang Ishinger si dice convinto che le sanzioni occidentali siano viste da Mosca come un vero e proprio atto di sfida. “Se fossi un consigliere del Cremlino – spiega – suggerirei di fare tutto il possibile per dividere i miei avversari e impedire così che estendano il regime di sanzioni per un periodo ulteriore. Questo è certamente nell’interesse della Russia”.

La difficoltà di fare fronte comune contro Mosca si è manifestata fin dall’approvazione delle prime sanzioni che, oltre a danneggiare l’economia russa, frenano anche diverse economie europee.

L’inviato di euronews a Monaco di Baviera, James Franey, ricorda che “gli Stati Uniti sembrano favorire l’ipotesi di inviare armi alle forze ucraine e anche qui si crea una frattura con l’Unione europea, che appare decisa a respingere una tale eventualità. Tra i due litiganti, l’unico che ci guadagna è proprio Putin”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crisi ucraina al centro della conferenza di Monaco

Ecco perché la posizione del cancelliere tedesco Olaf Scholz è diventata un problema per l'Ucraina

Nel 2027 cinquemila soldati tedeschi in Lituania a 100 chilometri dalla Russia