EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Srebrenica: TPI conferma ergastolo per due militari serbo-bosniaci

Srebrenica: TPI conferma ergastolo per due militari serbo-bosniaci
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il Tribunale Penale Internazionale per l’ex Jugoslavia ha confermato in appello gli ergastoli per due ex responsabili militari serbo-bosniaci, nel

PUBBLICITÀ

Il Tribunale Penale Internazionale per l’ex Jugoslavia ha confermato in appello gli ergastoli per due ex responsabili militari serbo-bosniaci, nel processo sul massacro di Srebrenica. Si tratta dell’ex tenente colonnello Vujadin Popovic e dell’ex colonnello Ljubisa Beara.

I due – che occupavano posti di rilievo nell’esercito serbo-bosniaco del generale Ratko Mladic – sono colpevoli di cospirazione a scopo di genocidio, crimini di guerra e contro l’umanità.

Confermata la condanna a 35 anni per l’ex colonnello Drago Nikolic, per aver incoraggiato e contribuito al massacro.
Ridotta di un anno, a 18 di reclusione, la pena dell’ex generale Radivoje Miletic.

La presidente dell’associazione madri di Srebrenica ha parlato di omissioni della Corte. Munira Subasic: “Mi ha ferito molto il fatto che la parola genocidio non sia stata pronunciata affatto durante la lettura delle condanne,specialmente per quanto riguarda Miletic la cui pena è stata ridotta, quando lui è responsabile dell’assassinio di bambini, di assassinio e stupro di donne e dell’uccisione di anziani. Il tribunale parla soltanto di coloro che erano in età di leva”.

Nel luglio del 1995 i serbobosniaci uccisero oltre 8000 uomini, adulti e bambini, musulmani di Srebrenica. Lo scorso settembre il Tribunale Penale Internazionale ha dichiarato responsabile della pulizia etnica l’ex presidente dei serbi di Bosnia Radovan Karadzic.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bosnia Erzegovina: Prijedor ricorda il massacro del 1992

L'Aia: l'Armenia è il 124esimo membro della Corte penale internazionale

Gaza, la Corte dell'Aia respinge il ricorso di Israele: "Evitare atti di genocidio nella Striscia"