Protesta in Slovenia contro la doppia tassazione ai frontalieri

Protesta in Slovenia contro la doppia tassazione ai frontalieri
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il problema riguarda lavoratori delle zone di confine con Austria e Italia, colpiti dall'imposizione fiscale sia nel Paese in cui lavorano che in quello dove risiedono.

PUBBLICITÀ

La protesta si è tenuta a Sentilj, in un punto di frontiera con l’Austria, ma riguarda anche tanti sloveni che lavorano in Italia. Si lamentano per una doppia imposizione sui loro redditi, tassati all’origine nei Paesi nei quali vengono prodotti, ma rischiano di esserlo di nuovo in quello di residenza, dato che il governo vuole eliminare gli sgravi fiscali ai frontalieri.

Il trattamento in vigore fino a quest’anno era stato introdotto nel 2009, sostituendo un regime speciale utilizzato tra il 2005 e il 2008, ma la Corte Costituzionale slovena lo ha definito contrario alla legge fondamentale, invitando il governo a intervenire.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Inondazioni in Russia, proteste dei cittadini a Orsk: chiesto un risarcimento per i danni

Brennero, agricoltori italiani alla frontiera con l'Austria, Coldiretti: "difendere made in Italy"

Georgia: il partito di maggioranza ripresenta la legge sugli agenti stranieri