Venezuela: leader dell'opposizione accusata di "cospirazione" per uccidere il Presidente

Venezuela: leader dell'opposizione accusata di "cospirazione" per uccidere il Presidente
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

“Non mi sto consegnando, non sono venuta per questo. Sto solo affrontando l’infamia”. Sono queste le parole della leader di opposizione venezuelana

PUBBLICITÀ

“Non mi sto consegnando, non sono venuta per questo. Sto solo affrontando l’infamia”. Sono queste le parole della leader di opposizione venezuelana Maria Corina Machado, convocata dalla Procura per ricevere l’accusa formale di “cospirazione” legata al presunto complotto per uccidere il presidente Nicolas Maduro.

L’ex deputata rischia tra gli 8 e i 16 anni di carcere se dovesse essere ritenuta colpevole.

Machado e il leader del partito di opposizione Voluntad Popular, Leopoldo López, sono all’origine di una serie di manifestazioni anti-governative durate più di quattro mesi e terminate con 43 morti, centinaia di feriti e migliai di arresti. López è in un carcere militare dal 18 febbraio dopo aver partecipato alla marcia del 12 febbraio che ha avviato l’ondata di proteste.

Il presidente Maduro, ex sindacalista e conducente di bus, accusa gli oppositori di complottare per destabilizzare il governo con il sostegno degli Stati Uniti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela, mandato d'arresto per il leader dell'opposizione Juan Guaidó

Ballano i diavoli in Venezuela

Tensione tra Venezuela e Guyana per l'Esequiba: Maduro invia seimila soldati nei Caraibi