Video

euronews_icons_loading
Albania, irruzione nella sede del partito Democratico: interviene la Polizia

Albania, irruzione nella sede del partito: interviene la Polizia

A Tirana la polizia albanese è intervenuta sabato per allontanare centinaia di manifestanti che hanno fatto irruzione nella sede del Partito Democratico di centro-destra, principale forza di opposizione del Paese.
Il blitz è nato in seno a una disputa interna sulla leadership.

Prima dell'intervento della Polizia, il personale della sede del Partito Democratico ha usato gas lacrimogeni per cercare di impedire l'ingresso dei manifestanti. 

Decine di agenti hanno poi usato un cannone ad acqua e gas lacrimogeni per spingere via le persone che avevano preso d'assalto il piano terra dell'edificio.

I manifestanti, guidati dall'ex leader del partito Sali Berisha, hanno usato barre di ferro e martelli per aprire le porte principali dell'edificio.

Berisha sta cercando di rimuovere il leader dei Democratici, Lulzim Basha, che accusa di essere "ostaggio" del primo ministro Edi Rama del partito socialista di sinistra.

Basha ha licenziato Berisha dal gruppo parlamentare a settembre. L'allontanamento di Berisha ha fatto seguito alla dichiarazione (rilasciata a maggio) del segretario di Stato americano Antony Blinken, che ha attaccato Berisha, accusandolo di "atti di corruzione a proprio beneficio e per arricchire i suoi alleati politici e i suoi familiari" durante il mandato 2005-2013.

Berisha, 77 anni, è stato primo ministro dell'Albania dal 2005 al 2013 e presidente dal 1992 al 1997.