La Cattedrale di Bagrati, punto di riferimento dell'architettura georgiana

La Cattedrale di Bagrati, punto di riferimento dell'architettura georgiana
Di Claudio Rosmino
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La chiesa, costruita nell'XI secolo, è rimasta gravemente danneggiata e a partire dal 1952 ha subito un processo di ricostruzione e restaurazione durato 60 anni.

PUBBLICITÀ

In quest'episodio di Postcards scopriamo la cattedrale di Bagrati, simbolo della città di Kutaisi, 236 chilometri a ovest di Tiblisi. La chiesa fu costruita durante il primo regno della Georgia, un periodo prospero politicamente ed economicamente per il paese.

La cattedrale è una delle principali attrazioni turistiche della città. Porta il nome del re Bagrat III, che ne ordinò la costruzione nei primi anni dell'undicesimo secolo. Da allora è uno dei punti di riferimento dell'architettura georgiana.

La cattedrale, gravemente danneggiata in passato, ha subito un lungo processo di ricostruzione e restaurazione fra il 1952 e il 2012.

"Bagrati è una città di 3.500 anni, una delle più antiche al mondo - spiega Sulkhan Kuprashvili, professore di storia all'Università statale di Kutaisi. - Con la ricostruzione della cattedrale è cominciata un'età dell'oro per la Georgia. Per secoli Bagrati è stata un simbolo del paese per i suoi elevati standard nell'istruzione e nella cultura".

Oggi nella Cattedrale di Bagrati si celebrano solo le funzioni religiose più importanti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Inaugurata una nuova torre della Sagrada Familia

Cartoline dalla Croazia: alla scoperta della strada del vino

Croazia, l'accoglienza nell'arcipelago delle Elafiti tra mare e bellezze paesaggistiche