EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Il Minareto Blu, biglietto da visita di Khiva

Il Minareto Blu, biglietto da visita di Khiva
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La cartolina di questa settimana, in Postcards, arriva dall’antica città di Khiva, nell’Uzbekistan occidentale. All’interno delle mura della

PUBBLICITÀ

La cartolina di questa settimana, in Postcards, arriva dall’antica città di Khiva, nell’Uzbekistan occidentale.

All’interno delle mura della fortezza, chiamata Itchan-Kala, i visitatori vengono accolti dal Kalta Minor, che significa minareto corto, ma è anche noto come Minareto Incompiuto, o Minareto Blu.

L’Uzbekistan in breve:

  • Situato nell’Asia Centrale, confina con il Kazakistan, il Turkmenistan, il Kirghizistan, l’Afghanistan e il Tagikistan
  • Indipendente dal 1991, questa ex repubblica sovietica ha oltre 30 milioni di abitanti
  • La superfice totale è di 425.400 km2, costituita quasi interamente di terreno pianeggiante
  • La temperatura media durante l’inverno è di -6 gradi centigradi. In estate, può salire sopra i 32 gradi
  • Quasi l’80% della popolazione è di etnia uzbeka e l’88% degli abitanti aderisce alla religione islamica

Seamus Kearney, euronews: “La fortezza ospita 18 minareti: uno di questi è il più alto di tutto l’Uzbekistan. Ma è il Minareto Blu, vicino alla porta di ingresso, che è diventato l’immagine più rappresentativa di Khiva”.

Sohiba Mamedova, guida turistica: “Questo minareto misura 29 metri di altezza, ma non è mai stato completato. In origine, il progetto prevedeva di arrivare a un’altezza compresa tra 70 e 80 metri”.

Cominciato intorno al 1850, il Minareto Blu avrebbe dovuto diventare il più alto nell’Asia centrale, per volontà del suo committente. Ma alla sua morte, i lavori vennero interrotti.

Khiva è iscritta al Patrimonio mondiale dell’Umanità dell’Unesco dal 1990.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cartoline dalla Croazia: alla scoperta della strada del vino

Croazia, l'accoglienza nell'arcipelago delle Elafiti tra mare e bellezze paesaggistiche

Dubai: in bici nel deserto, tra dune e antilopi