EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

L'intelligenza artificiale e il futuro del lavoro, ecco i lavori in più rapida crescita

There are fears AI could replace many of today's jobs
There are fears AI could replace many of today's jobs Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Luke Hurst
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Secondo una ricerca del World Economic Forum, l'intelligenza artificiale è in testa alla corsa nei posti di lavoro in più rapida crescita nei prossimi cinque anni

PUBBLICITÀ

Secondo una nuova ricerca, i ruoli nell'intelligenza artificiale saranno il tipo di lavoro in più rapida crescita nei prossimi cinque anni.

L'esplosione di interesse per l'IA negli ultimi mesi, grazie al rilascio di strumenti come ChatGPT e Midjourney, ha sollevato preoccupazioni su come il mondo del lavoro sarà influenzato da questa nuova rivoluzione tecnologica.

Gli economisti e gli esperti del lavoro stanno cercando di prevedere quali lavori sono più a rischio e che tipo di nuovi posti di lavoro verranno creati. 

Il World Economic Forum è intervenuto con il suo rapporto sul futuro del lavoro, specificando quali lavori cresceranno più rapidamente nei prossimi cinque anni e quali subiranno il declino più rapido.

Non sorprende che gli specialisti di intelligenza artificiale e machine learning fossero in cima ai tipi di lavoro in più rapida crescita. 

Secondo il rapporto, gli impiegati che lavorano nelle banche e in altri ambienti simili sono destinati a vedere i loro posti di lavoro estinguersi più velocemente.

Anche gli addetti ai servizi postali, i cassieri e gli addetti all'inserimento dati sono lavori in rapido declino.

Ecco i dieci lavori in più rapida crescita e viceversa, secondo la ricerca del WEF.

Lavori in più rapida crescita

Specialisti di intelligenza artificiale e machine learning

Specialisti della sostenibilità

Analisti di business intelligence

Analisti della sicurezza delle informazioni

Ingegneri fintech

Analisti di dati

Ingegneri robotici ed elettrotecnici

Operatori di macchine agricole

Specialisti della trasformazione digitale

Lavori in calo più rapido

Impiegati di banca e affini

PUBBLICITÀ

Impiegati del servizio postale

Cassieri e addetti alla biglietteria

Addetti al data entry

Segretari amministrativi ed esecutivi

Impiegati addetti alla registrazione del materiale e al magazzino

PUBBLICITÀ

Addetta alla contabilità, contabilità e buste paga

Legislatori e funzionari

Impiegati statistici, finanziari e assicurativi

Addetti alle vendite porta a porta e affini

14 milioni di posti di lavoro in gioco

Il rapporto Future of Jobs del WEF si basa sui dati del sondaggio che coprono le aspettative per i prossimi cinque anni di alcuni dei più grandi datori di lavoro del mondo. 

PUBBLICITÀ

Nel sondaggio, sono state coinvolte 803 aziende che impiegano collettivamente più di 11,3 milioni di lavoratori, in 27 industrie e 45 economie di tutte le regioni del mondo.

Descrive in dettaglio come i datori di lavoro prevedono la creazione di 69 milioni di nuovi posti di lavoro e la demolizione di altri 83 milioni, il che si traduce in una diminuzione del 2% dell'occupazione attuale o di 14 milioni di posti di lavoro. 

Il rapporto attribuisce questa diminuzione a sfide economiche tra cui l'elevata inflazione, una crescita economica più lenta e carenze di approvvigionamento.

In termini di perdite di posti di lavoro più elevate in assoluto, gli addetti all'inserimento dati se la passano peggio, con una prevista perdita di otto milioni di posti di lavoro entro cinque anni, seguiti da segretari amministrativi ed esecutivi e impiegati contabili, contabili e di pattuglia. 

Queste tre occupazioni insieme rappresentano oltre la metà della distruzione totale di posti di lavoro prevista, osserva il rapporto Future of Jobs 2023.

PUBBLICITÀ

La rivoluzione tecnologica è anche la causa di molte delle previste perdite di posti di lavoro: l'online banking è evidenziato come un servizio che ha portato sempre più alla chiusura delle filiali bancarie e gli sportelli bancari possono aspettarsi un calo del 40% nei prossimi cinque anni.

L'automazione, la tecnologia dei sensori e i servizi online stanno anche riducendo la necessità di impiegati dei servizi postali, cassieri, addetti alle biglietterie e addetti all'inserimento dati, occupazioni che dovrebbero diminuire di oltre un terzo.

Lavori di sostenibilità in aumento

Gli sforzi globali per decarbonizzare le industrie, mentre il mondo cerca di combattere il cambiamento climatico, vedranno un marcato aumento dei posti di lavoro sostenibili nel prossimo futuro, afferma il rapporto.

Entro la fine del decennio potrebbero essere creati circa 30 milioni di posti di lavoro nel settore dell'energia pulita, dell'efficienza e della tecnologia a basse emissioni.

Ma vengono sollevate domande su come tutti questi nuovi lavoratori otterranno le competenze di cui hanno bisogno: i datori di lavoro intervistati hanno stimato che circa il 44% delle competenze dei lavoratori verrà interrotto nei prossimi cinque anni, con abilità cognitive come la risoluzione di problemi complessi considerate le più importanti.

PUBBLICITÀ

Sei lavoratori su 10 avranno bisogno di formazione prima del 2027 per questo miglioramento delle competenze, ma solo la metà dei lavoratori ha accesso a opportunità di formazione adeguate in questo momento.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Commissione europea contro Twitter

Anno europeo delle competenze: il piano dell'Ue per superare la carenza di lavoratori qualificati

Così l'AI potrebbe sconvolgere il mercato del lavoro