EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Cosa c'è da sapere sulla missione Juice dell'Esa per esplorare le lune ghiacciate di Giove?

An artist's impression of Juice flying by Europa   -
An artist's impression of Juice flying by Europa - Diritti d'autore ESA
Diritti d'autore ESA
Di Luke Hurst
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

L'Agenzia spaziale europea sta lanciando una nuova grande missione per esplorare Giove e le sue lune ghiacciate, che secondo gli scienziati potrebbero essere potenzialmente abitabili

PUBBLICITÀ

Questa settimana, l'Agenzia spaziale europea sta lanciando una nuova grande missione per esplorare Giove e le sue lune ghiacciate, che secondo gli scienziati potrebbero essere potenzialmente abitabili.

La missione Juice - che sta per Jupiter Icy Moons Explorer - effettuerà osservazioni dettagliate del pianeta più grande del sistema solare, nonché di tre delle sue lune più grandi.

Si pensa che Callisto, Europa e Ganimede abbiano tutti oceani sotterranei e sono visti come candidate per ospitare potenzialmente la vita.

Il veicolo spaziale sarà lanciato dallo spazioporto dell'Esa nella Guyana francese da un razzo Ariane 5, lo stesso razzo che ha lanciato il telescopio spaziale James Webb della Nasa nel 2021.

Cronologia della missione di Juice

Il lancio è previsto per giovedì 13 aprile: una volta lanciato, dispiegherà i suoi pannelli solari, le antenne e altri strumenti e inizierà il suo viaggio di 8 anni verso Giove. 

In quel periodo, effettuerà tre sorvoli della Terra e un sorvolo di Venere, poiché utilizza l'assistenza gravitazionale dei pianeti per lanciarsi verso Giove, a circa 900 milioni di km dalla Terra.

Entro luglio 2031, dovrebbe essere nell'orbita di Giove, e tra allora e la fine della sua missione nel 2035, effettuerà vari sorvoli delle lune di Giove.

Nel 2034, diventerà il primo veicolo spaziale umano ad entrare in orbita attorno alla luna di un altro pianeta, quando entrerà in orbita attorno alla più grande luna di Giove, Ganimede.

Qual è la missione?

Juice effettuerà osservazioni dettagliate del pianeta, noto come Gas Giant, e delle sue tre grandi lune oceaniche: Callisto, Europa e in particolare Ganimede.

Studierà le loro croste ghiacciate e quelli che si ritiene siano gli strati oceanici sottostanti.

La missione studierà la chimica, la struttura, la dinamica, il tempo e il clima di Giove e osserverà come funziona un'atmosfera senza un pianeta solido sotto di essa. 

Esplorazione lunare

Ganimede, la luna più grande del sistema solare e il nono oggetto più grande del sistema solare, è l'unica luna del sistema solare a generare il proprio campo magnetico, e questo sarà uno dei principali punti di indagine.

Juice andrà in orbita a circa 500 km dalla superficie lunare e studierà il suo oceano nascosto, la sua attività passata e presente e la possibilità di abitabilità sotto il suo guscio ghiacciato.

La missione effettuerà 21 sorvoli di Callisto, uno dei quali a soli 200 km dalla superficie, e osserverà più da vicino la luna che potrebbe contenere un oceano salato nel sottosuolo.

Si pensa che le tre lune insieme contengano un'immensa quantità di acqua, che potrebbe essere fino a sei volte il volume dell'acqua negli oceani della Terra.

Le missioni precedenti hanno raccolto prove dell'attività geologica sulle tre lune.

La matrice tecnologica

Juice trasporterà a bordo dieci strumenti per condurre i suoi studi sul gigante gassoso e sulle sue lune. 

PUBBLICITÀ

Uno di questi, 3GM, è un pacchetto radio che studierà il campo gravitazionale di Ganimede, l'estensione degli oceani interni alle lune e la struttura della ionosfera di Giove e delle sue lune.

Majis è uno spettrometro che esaminerà le caratteristiche delle nuvole sul pianeta, oltre a caratterizzare il ghiaccio e i minerali sulle superfici lunari; J-Mag è un magnetometro, che studierà anche gli oceani sotterranei sulle lune.

Verranno utilizzati anche radar, uno spettrografo per imaging UV, un sistema di telecamere ottiche e un altimetro laser per effettuare una serie di misurazioni.

Inoltre, è previsto che un altro veicolo spaziale raggiunga Giove, l'Europa Clipper: previsto per il lancio nel 2024, dovrebbe raggiungere la luna di Giove Europa nel 2030 e trascorrerà cinque anni a studiare la luna, nella speranza di determinare se ha condizioni adatte a sostenere la vita.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Svezia, in prima linea per lo spazio

Si compatta l'Europa dello spazio

Roma: scavi fino a 85 metri per il prolungamento della metropolitana C