This content is not available in your region

La proprietà intellettuale, chiave dell'espansione all'estero per le pmi

Di Paul Hackett
euronews_icons_loading
La proprietà intellettuale, chiave dell'espansione all'estero per le pmi
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Proteggere un'azienda dagli imitatori può far la differenza fra un successo mondiale e un fallimento epocale. Questa settimana ci occupiamo dell'importanza della protezione della proprietà intellettuale. Siamo venuti nei Paesi Bassi per vedere come una startup stia entrando nel mercato cinese dopo che le sono stati dati i consigli giusti per proteggere il suo prodotto.

​Accelerare l'ingresso sul mercato cinese proteggendo il proprio prodotto

​Il futuro della fisioterapia è già realtà. Ne è convinta l'azienda olandese inMotionVR, che ha creato quello che sostiene essere un modo completamente nuovo di curare i dolori muscolari. Facendo uso di videogiochi in realtà virtuale, questa tecnologia aiuta i fisioterapisti a rieducare e allenare i muscoli di un paziente. InMotionVR conosce il valore della sua proprietà intellettuale, e ha già preso provvedimenti per proteggerla in Europa. Ma ora vuole espandersi in Cina. A questo scopo, ha contattato un servizio finanziato dall'Unione europea, il China IP SME Helpdesk.

"Ci hanno davvero fatto capire che cosa dovevamo fare - dice Gert-Jan Brok, amministratore delegato di inMotionVR. - Ci hanno fornito molti consigli gratuiti, facendoci risparmiare tempo e denaro prezioso, ma ci hanno anche aiutati ad accelerare l'ingresso nel mercato cinese".

​La proprietà intellettuale, una risorsa sottovalutata dalle pmi

Si calcola che fino al 45 per cento del pil dell'Unione europea sia generato da settori ad alta intensità di diritti di proprietà intellettuale, e le aziende che si proteggono registrano più del 30 per cento di entrate in più. Nonostante questo, meno del 10 per cento delle pmi lo fa.

Gli esperti ritengono che molte piccole imprese non vedano vantaggi nel proteggere i propri diritti intellettuali, o che trovino le procedure per farlo troppo costose. ​Jim Stoopman del China IP SME Helpdesk, che ha fornito consulenza a inMotionVR, sostiene che le aziende devono prepararsi bene se vogliono entrare nel mercato cinese: "La proprietà intellettuale è uno strumento fondamentale per proteggere un marchio e un'innovazione dalle imitazioni, ottenendo un vantaggio strategico sui concorrenti, ed è anche un modo per attirare investitori".

Oltre allo sportello sulla Cina, ne esistono altri quattro, per l'Europa, l'Asia sudorientale, l'America Latina e l'India. La Commissione europea di recente ha presentato un nuovo piano d'azione sulla proprietà intellettuale per aiutare le aziende, e in particolare le pmi, in modo che possano trarre il massimo dalle loro idee e invenzioni.

Tutte le risposte sulla proprietà intellettuale al China IP SME Helpdesk

Euronews
Jim Stoopman risponde alle nostre domandeEuronews

Jim Stoopman ci aiuta a capire in che modo questo servizio gratuito aiuta le aziende a proteggersi.

Jim, cos'è esattamente il China IP SME Helpdesk e come assistete le pmi?

​"Il China IP SME Helpdesk è un servizio che fornisce consulenza iniziale gratuita e confidenziale alle pmi europee. Vediamo che spesso le pmi considerano la proprietà intellettuale complessa, costosa, piena di gergo legale, e noi cerchiamo di fornire loro una sorta di punto di accesso iniziale per capire meglio la proprietà intellettuale e come si applica al loro prodotto e al fare affari in e con la Cina. Lo facciamo attraverso corsi di formazione, webinar, abbiamo un numero che le aziende possono chiamare per fare domande sulla proprietà intellettuale, abbiamo un sito web con moltissime informazioni scaricabili gratuitamente a disposizione, e penso sia importante sottolineare anche che non ci copriamo solo la Cina continentale, ma anche Taiwan, Hong Kong e Macao, mercati con un sistema legale diverso per la protezione dei diritti di proprietà intellettuale".

La Cina è un mercato difficile, noto per le violazioni della proprietà intellettuale. Come aiutate le aziende a far valere i propri diritti?

"Innanzi tutto registrare i propri diritti in un mercato terzo, in questo caso la Cina, è fondamentale. Spesso le pmi pensano che un marchio registrato in uno Stato membro dell'Unione europea sia automaticamente protetto in un paese come la Cina, ma non è così. La proprietà intellettuale è considerata territoriale, il che significa che bisogna registrare il diritto in tutti i mercati rilevanti. In caso di violazione forniamo consulenza alle aziende europee sulle varie opzioni esistenti in Cina nell'applicazione della legge e anche, ad esempio, sulla raccolta delle prove della violazione, che ovviamente possono aiutare nel caso sia necessario portare il caso in tribunale".

Se sono un'azienda e voglio proteggere la mia proprietà intellettuale in Cina, come posso contattarvi?

"Incoraggerei vivamente le aziende che abbiano domande sulla proprietà intellettuale a contattarci all'indirizzo question@china-iprhelpdesk.eu. Riceverete una risposta nel giro di tre giorni lavorativi. Consiglio anche di dare un'occhiata al nostro sito web, che è ricco di informazioni scaricabili gratuitamente, per informarsi meglio su come la proprietà intellettuale si applichi alla loro attività o al loro prodotto".

Link utili

Sportelli internazionali sulla proprietà intellettuale per le pmi

China IP SME Helpdesk

Piano d'azione della Commissione europea sulla proprietà intellettuale

Risorse addizionali per questo articolo • Versione italiana: Selene Verri