Cosa fa il Parlamento europeo?

I membri del Parlamento europeo votano a Strasburgo
I membri del Parlamento europeo votano a Strasburgo Diritti d'autore CHRISTIAN LUTZ/AP2006
Diritti d'autore CHRISTIAN LUTZ/AP2006
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

In vista delle elezioni del Parlamento europeo, Euronews spiega le funzioni dei diversi rami dell'Unione europea. Cosa fa il Parlamento europeo?

PUBBLICITÀ

Gli elettori di tutta l'Unione europea si preparano a recarsi alle urne all'inizio di giugno per le elezioni del Parlamento europeo del 2024. La complessità del funzionamento di Bruxelles è spesso considerata una ragione per la scarsa affluenza alle urne in queste elezioni. Cerchiamo quindi di spiegare il funzionamento delle principali istituzioni dell'Ue. Qui spieghiamo il ruolo del Parlamento europeo.

Che cos'è il Parlamento europeo?

Il Parlamento europeo è l'unica istituzione dell'Unione europea eletta direttamente dai cittadini, il cui primo scrutinio si è tenuto nel 1979. Il Parlamento è il centro del dibattito sulle questioni che riguardano i 27 Stati membri e i loro cittadini e ha responsabilità legislative, di controllo e di bilancio.

Ha sede sia a Bruxelles che a Strasburgo e i deputati al Parlamento europeo fanno la spola tra le due sedi, mentre gli uffici amministrativi si trovano a Lussemburgo. Attualmente i deputati sono 705, ma in queste elezioni passeranno a 720.

L'elettorato attivo e passivo

Le elezioni dell'Ue hanno il secondo più grande elettorato al mondo - 448 milioni di cittadini - dopo il Parlamento dell'India.

L'età minima per votare alle elezioni europee, che si svolgono ogni cinque anni, è stabilita dalla legge nazionale di ciascuno Stato membro. L'età di eleggibilità è di 18 anni in tutti gli Stati membri, tranne che in Grecia, dove è di 17 anni, e in Belgio, Austria, Malta e Germania, dove è di 16 anni. Il voto è obbligatorio in Belgio, Bulgaria, Lussemburgo e Grecia. Anche il giorno preciso delle elezioni è stabilito dai singoli Stati membri.

Fino al 2019, l'affluenza alle urne era diminuita sin dall'inizio ed era stata inferiore al 50% nei 20 anni precedenti. Nel 2019, l'affluenza alle urne è salita al 50,66%.

Il numero di eurodeputati per ogni Stato membro è proporzionale alla sua popolazione, ma nessun Paese può avere meno di sei o più di 96 eurodeputati.

Per il Parlamento Ue rappresentanza proporzionale

Nel settembre 2023, gli eurodeputati hanno approvato la decisione del Consiglio europeo di aumentare di 15 unità il numero dei seggi del Parlamento europeo, portandolo a 720 per la legislatura 2024-2029. La proposta del Consiglio si basava su una relazione del Parlamento che raccomandava di aggiungere 11 seggi.

Gli eurodeputati sono eletti in base ai singoli sistemi elettorali nazionali, che però rispettano le disposizioni comuni stabilite dal diritto dell'Ue, come la rappresentanza proporzionale.
Il proporzionale garantisce che se, ad esempio, un partito ottiene il 20% dei voti, avrà anche circa il 20% dei seggi, in modo che tutti i partiti politici abbiano la possibilità di inviare rappresentanti al Parlamento.

Il Parlamento utilizza tutte le 24 lingue ufficiali dell'Ue nelle sue attività quotidiane e tutte hanno lo stesso status: tutti i documenti sono pubblicati in ogni lingua e i deputati hanno il diritto di parlare e lavorare nella propria lingua, con le disposizioni previste.

Cosa fa il Parlamento?

Il Parlamento europeo è il braccio legislativo dell'Unione europea e rappresenta i suoi cittadini. Ha anche responsabilità di controllo e di bilancio. Condivide i poteri di bilancio e legislativi con il Consiglio dell'Unione europea, che rappresenta i governi degli Stati membri dell'Ue. Elegge il presidente della Commissione e approva la Commissione in quanto organo. Può votare una mozione di censura, obbligando la Commissione a dimettersi.

Attualmente il Parlamento si riunisce in sette gruppi politici, organizzati per affiliazione piuttosto che per nazionalità. Almeno un quarto degli Stati membri deve essere rappresentato e sono necessari 23 membri per formare un gruppo. I deputati possono anche sedere come membri non iscritti, che non fanno parte di alcun gruppo.

Nel suo ruolo legislativo, il Parlamento approva le leggi (insieme al Consiglio dell'Ue) proposte dalla Commissione europea. Chiede inoltre alla Commissione di presentare proposte legislative.

In Parlamento ci sono 20 commissioni, che si occupano di aree politiche come la sicurezza e la difesa, i diritti umani, il commercio internazionale e gli affari costituzionali, che esaminano le proposte di legge. I deputati possono proporre emendamenti o la bocciatura di una proposta di legge. Le sessioni plenarie, in cui gli europarlamentari si riuniscono, si tengono quattro giorni al mese a Strasburgo.

Il Parlamento esamina anche i processi democratici di tutte le istituzioni dell'Ue, nonché le relazioni della Commissione, compreso il bilancio, di cui ha l'approvazione.

Chi è al comando?

Il presidente del Parlamento presiede i dibattiti e le attività, assicurando il rispetto del regolamento interno, e lo rappresenta all'interno dell'Ue e a livello internazionale.

La sua firma è necessaria per la promulgazione delle leggi e del bilancio dell'Ue; partecipa alle riunioni del Consiglio europeo ed espone il punto di vista del Parlamento in merito all'ordine del giorno.

Il presidente ha un mandato di due anni e mezzo, la metà della durata del Parlamento, che di solito è diviso tra i due maggiori partiti politici.

PUBBLICITÀ

L'attuale presidente del Parlamento è la maltese Roberta Metsola, membro del partito Popolare europeo (Ppe), di centro-destra e pro-europeo.

Qual è il compito di un eurodeputato?

Gli eurodeputati sono i rappresentanti degli elettori di un'area geografica all'interno di ogni Stato membro e dei loro interessi.

Ascoltano le preoccupazioni locali e nazionali di singoli, gruppi e imprese, interrogano e fanno pressione sulla Commissione europea e sul Consiglio dei ministri a loro nome, discutono e votano sulle proposte di legge che hanno un impatto su di loro.

Esempi di aree legislative su cui i deputati potrebbero votare sono i diritti dei lavoratori, le tariffe di roaming dei telefoni cellulari, la salute e la sicurezza e l'uso dei pesticidi.

L'età minima per candidarsi è stabilita dal governo nazionale di ogni Stato membro e varia dai 18 anni di Francia e Germania ai 25 di Grecia e Italia.

PUBBLICITÀ

Lo stipendio degli europarlamentari

Lo stipendio è uguale per ogni eurodeputato e, a partire da luglio 2023, sarà di 10.075,18 euro lordi al mese, pagati dal bilancio del Parlamento. I deputati pagano i contributi fiscali e assicurativi dell'Ue, dopodiché lo stipendio è di 7.853,89 euro netti. La maggior parte dei Paesi del blocco obbliga gli eurodeputati a pagare un'imposta nazionale aggiuntiva, il che significa che il loro stipendio finale può variare da Paese a Paese.

Inoltre, hanno diritto a vantaggi quali un'indennità per spese generali, spese di viaggio, un'indennità giornaliera, un budget per il personale, un servizio auto, una pensione e spese mediche.

Per saperne di più: Cosa fa il Consiglio europeo?

Per saperne di più: Cosa fa la Commissione europea?

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guida alle elezioni europee 2024: tutto quello che c'è da sapere per il rinnovo dell'Europarlamento

Con le elezioni europee alle porte qual è il futuro del Green Deal?

La crescita dell'estrema destra in vista delle elezioni europee