Come funziona l'accordo Ue sul grano ucraino

A gennaio 2023 nell'Ue sono state importate più di 500mila tonnellate di grano
A gennaio 2023 nell'Ue sono state importate più di 500mila tonnellate di grano Diritti d'autore Nariman El-Mofty/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Nariman El-Mofty/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.
Di Jorge Liboreiro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Commissione europea ha raggiunto un'intesa con Polonia, Ungheria, Romania, Bulgaria e Slovacchia per permettere le importazioni dei cereali nei rispettivi territori. Ma a patto che vi transitino soltanto

PUBBLICITÀ

Dopo i divieti imposti da quattro di loro, la Commissione europea ha raggiunto un accordo con cinque Paesi dell'Europa dell'Est per permettere l'ingresso nei rispettivi territori dei cereali ucraini, attualmente importati senza essere soggetti a dazi doganali nell'Ue.

Questo video spiega i dettagli dell'intesa, dai quattro prodotti alimentari coinvolti alla "clausola di salvaguardia" per la proroga dell'accordo di esenzione dai dazi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grano ucraino, l'Ue prolunga lo stop alle importazioni in cinque Paesi

Gli agricoltori dell'Europa orientale protestano a Bruxelles

Consiglio Ue, leader sotto pressione da Zelensky sulle difese aeree per l'Ucraina