EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Perché gli scienziati sono preoccupati per l'ecosistema del lago di Costanza?

In collaborazione con The European Commission
Perché gli scienziati sono preoccupati per l'ecosistema del lago di Costanza?
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Aurora Velez
Pubblicato il
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le popolazioni ittiche locali sono state private del cibo dalle specie invasive, sempre più numerose. Per gli scienziati è "una catastrofe per l'ecosistema"

Piet Spaak, responsabile del progetto europeo SeeWandel, spiega a Euronews quanto duramente è stato colpito l'ecosistema del lago di Costanza.

"Per i pescatori è una catastrofe, perdono la loro attività e la loro fonte di reddito - dice Spaak -. Per chi produce acqua potabile è un grosso problema perché le tubature vengono intaccate dalle cozze quagga. Quindi bisogna fare degli investimenti, ma si possono pulire. L'acqua è ancora di alta qualità. È un problema che si può risolvere. È costoso, ma è fattibile." 

"Se siete dei sub e vi piace nuotare e vedere le strutture sottomarine, forse sarete contenti perché l'acqua è più limpida - aggiunge Spaak -. Quindi dipende da qual è l'attività delle persone coinvolte. Non si può dire in generale che questo sia un male o un bene. Ma se si guarda all'ecosistema io, in quanto biologo ed ecologo acquatico, non sono affatto contento. L'ecosistema è cambiato, e forse è cambiato in un modo irreversibile. È una catastrofe per l'ecosistema, ma forse non per tutti gli utenti dell'ecosistema. Spero che i politici, insieme alla società, prendano le misure adeguate, in modo che quello che abbiamo ora nel Lago di Costanza non si verifichi negli altri laghi pre-alpini".

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Mississippi, resta l'allerta maltempo dopo i danni del tornado