I produttori di auto chiedono aiuto all'Unione Europea

Le immatricolazioni di automobili dovrebbero aumentare del 5% nel 2023 secondo l'Acea
Le immatricolazioni di automobili dovrebbero aumentare del 5% nel 2023 secondo l'Acea Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Stefan Grobe
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Luca de Meo, nuovo presidente dell'Acea, chiede sussidi e una politica industriale adeguata per rispondere a Cina e Stati Uniti

PUBBLICITÀ

L'industria automobilistica europea chiede ai leader dell'Unione di mettere in atto una politica industriale ambiziosa e strutturata, per competere con quella di altre regioni del mondo.

Le richieste dei produttori

Secondo Luca de Meo, nuovo presidente dell'Associazione europea dei produttori di automobili (Acea), l'approccio dell'Europa è quello di regolamentare l'industria per azzeare le emissioni di gas climalteranti, mentre Stati Uniti e Cina stanno stimolando economicamente la loro industria nella transizione ecologica. De Meo sostiene un'azione decisa a livello politico "per evitare il rischio di deindustrializzazione" in Europa.

"Abbiamo bisogno di un quadro regolatorio che ci garantisca una posizione competitiva a livello globale, questo è molto importante", dice de Meo. 

"La nostra è un'industria mondiale, non realizziamo prodotti per il mercato locale. Per noi l'Europa è il punto di partenza di un ecosistema globale. E abbiamo bisogno di autorità politiche dalla nostra parte per creare una strategia, un vantaggio competitivo per il prodotto e la tecnologia europei".

I suggerimenti dell'Acea arrivano alla vigilia delle prime proposte della Commissione per sostenere gli investimenti nell'industria pulita

L'industria automobilistica teme poi che i veicoli elettrici rimarranno inaccessibili per molti clienti, a causa delle costose materie prime utilizzate nelle batterie che fanno lievitare i costi di produzione, come spiega il vice-direttore dell'Acea Sigrid De Vries.

"L'accessibilità alla mobilità sta davvero diventando un argomento di dibattito per chi prende decisioni a livello politico. E questo perché ora i cittadini cominciano a toccare con mano la cosa. Nel Green Deal è racchiusa un'enorme quantità di ambizioni, tradotte in regolamentazioni per l'Europa e le sue industrie: è una cosa positiva, ma ora queste regole devono essere implementate e adattate".

Nonostante i problemi del presente e le incertezze del futuro, le vendite di automobili nuove nell'Unione Europea dovrebbero crescere nel 2023. Acea prevede un incremento del 5% nelle immatricolazioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ursula von der Leyen: "L'Ue resti leader nel settore delle energie pulite"

La Commissione propone una patente di guida europea digitale

Spagna: Pedro Sánchez valuta dimissioni per l'inchiesta sulla moglie