This content is not available in your region

Il presidente Zelensky davanti al parlamento belga

Access to the comments Commenti
Di Alberto De Filippis
euronews_icons_loading
Images
Images   -   Diritti d'autore  أ ف ب

L'inno nazionale ucraino ha risuonato nel parlamento belga riunito in sessione plenaria per ascoltare Volodymir Zelensky.

Inno ucraino suonato al parlamento belga riunito in seduta plenaria

Posted by Euronews Italiano on Thursday, March 31, 2022

Il presidente ucraino menziona sempre questioni relative al paese a cui sta parlando. Nel caso del Belgio, è stato il commercio di diamanti con la Russia il tema a cui Zelensky si è riferito. 

Volodymr Zelensky presidente ucraino: "Potete fare di più per aiutarci a scacciare gli occupanti e ottenere una pace preziosa. Penso che la pace sia più preziosa dei diamanti".

I verdi combattivi contro la Russia

Un fragoroso applauso ha salutato la fine del discorso del presidente ucraino. Il sostegno del governo e del parlamento belgiè pienamente favorevole a Kiev. 

Sophie Wilmes Ministro degli Affari Esteri belga, dice::  "C'è già qualcosa nel pacchetto sanzioni sui diamanti e il Belgio non è mai stato contrario a nessuna sanzione proposta dalla Commissione Ue. Non abbiamo tabù".

Il deputato Samuel Cogolati Green Party aggiunge: "Il mio messaggio è estremamente chiaro: il regime del Cremlino ee Putin non compreranno il silenzio e l'inazione del Belgio con diamanti, petrolio o gas". 

Tuttavia, questo sostegno non arriva fino al coinvolgimento nel conflitto, come ha affermato il primo ministro belga De Croo. Tuttavia, permane un sostegno molto forte che non si limita solo all'accoglienza dei rifugiati.

Afferma Ludivine Dedonder, Ministro della Difesa del Belgio: "Siamo stati tra i primi paesi ad aver inviato rifornimenti (in Ucraina) militari, medici e umanitari. Una settimana fa abbiamo anche deciso di inviare rifornimenti aggiuntivi".

Zelensky ha toccato le corde dei parlamentari belgi paragonando il martirio della città di Mariupol a quello della sanguinosa battaglia di Ypres. Un riferimento che ha spinto i politici belgi a promettere che l'aiuto non si fermerà.