EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il Portogallo, primo paese a presentare il PNRR, riceve ok della Commissione Europea

Il Portogallo, primo paese a presentare il PNRR, riceve ok della Commissione Europea
Diritti d'autore Dati Bendo/ EU
Diritti d'autore Dati Bendo/ EU
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Soddisfazione di Lisbona dopo che la Commissione ha confermato che il PNRR lusitano rispetta le regole imposte dall'Europa

PUBBLICITÀ

Il Portogallo è stato il primo Stato membro a consegnare alla Commissione europea la versione finale del suo Piano di recupero e resilienza … e ha superato il test.

Ursula Von Der Leyen ha visitato personalmente Lisbona per portare la buona notizia.

Nel più grande ed emblematico Science Center del Paese, il presidente della CE ha avuto modo di conoscere un esempio dell'attenzione del Paese alla scienza e all'innovazione, che potrebbe aumentare ulteriormente quando a luglio inizieranno ad arrivare i fondi del “bazooca” europeo.

Ursula Von Der Leyen: “Il piano soddisfa i criteri rigorosi che abbiamo stabilito congiuntamente. È ambizioso, lungimirante e, cosa più importante, contribuirà a costruire un futuro migliore per il Portogallo, per il popolo portoghese e per l'Unione europea".

La resilienza, compreso il rafforzamento dei programmi abitativi e la capitalizzazione delle aziende, nonché il clima e la transizione digitale... sono i pilastri principali del piano portoghese.

Alcuni esperti hanno però sollevato dubbi sul reale impatto della strategia del piano, come questo economista che ha appena pubblicato un libro sull'impatto economico del Covid-19:  “Non è focalizzato sulla pandemia e sulla situazione di ripresa immediata, ma sulla prossima generazione... Infatti, ha come finalità due cose che non sono state colpite negativamente dalla pandemia che sono la digitalizzazione e decarbonizzazione, due delle poche cose che la pandemia ha facilitato. Abbiamo un piano che non è rivolto ai prossimi mesi, dove saremo ansiosi di cercare di recuperare, ad esempio, affrontando i debiti delle aziende, i problemi di istruzione e salute”.

I paesi aspettano con impazienza il denaro che potrebbe iniziare ad arrivare a luglio. La Commissione Europea è già riuscita a raccogliere i primi soldi per la ripresa post-pandemia. 20 miliardi di euro attraverso un bond decennale. L'intensa settimana della presidente von der Leyen prosegue con ulteriori approvazioni di piani e tappe in Spagna, Grecia, Danimarca e Lussemburgo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Si rischia di non spendere i soldi del Pnrr, l'allarme della Corte dei Conti

Spagna: Pedro Sánchez proporrà il riconoscimento dello Stato palestinese al Parlamento

Prognosi positiva per il premier slovacco Fico, attentatore portato in tribunale