Allarme Covid-19 in Belgio: entro il fine settimana probabili nuovi 10.000 casi

Allarme Covid-19 in Belgio: entro il fine settimana probabili nuovi 10.000 casi
Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Elena Cavallone
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il paese è il secondo in Europa per numero di contagiati su 100.000 abitanti

PUBBLICITÀ

Il forte aumento delle infezioni da coronavirus in Belgio preoccupa gli esperti, che temono che gli ospedali non saranno in grado di gestire la situazione.

Nuovi dati suggeriscono che i contagi nel paese potrebbero arrivare a 10.000 al giorno entro il fine settimana, mettendo sotto pressione il sistema sanitario nazionale. 

Il portavoce federale per la lotta al Covid-19, Yves Van Laethem, ha affermato lunedì che "tutti gli indicatori stanno aumentando in modo abbastanza allarmante  in tutte le province e in tutte le fasce di età. Dobbiamo rallentare la diffusione del virus. Questo è l'unico modo per salvare i nostri ospedali e per salvare il sistema sanitario, in quanto ci sono anche altre malattie da curare ".

Il Belgio, con i suoi soli 11,46 milioni di abitanti, si aggiudica il triste titolo di secondo paese maggiormente colpito dal Covid in Europa nel rapporto tra contagiati e popolazione. Poco più avanti c'è la Repubblica Ceca, seguita da Paesi Bassi, Spagna e Francia. ¨

La scorsa settimana il governo ha introdotto misure più severe: ridurre le bolle sociali, chiusura dei bar e aumento del telelavoro.

Tuttavia, durante il fine settimana, il ministro della salute federale ha ammesso di non poter escludere una nuova quarantena.

Per il momento il governo aspetta di capire se le nuove restrizioni sono sufficienti per evitare il peggio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Baarle, dove il confine tra Paesi Bassi e Belgio passa nelle case

Stato dell'Unione: i problemi che alimentano la rabbia antidemocratica

Esclusivo - Charles Michel: "Spero che il contrattacco israeliano all'Iran ponga fine all'escalation"