Incendi: prevedere come si sviluppa un rogo per domarlo grazie a DISARM

In collaborazione con The European Commission
Incendi: prevedere come si sviluppa un rogo per domarlo grazie a DISARM
Diritti d'autore euronews
Di Aurora VelezEuronews
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ue, il progetto per la lotta al fuoco: elaborato un sistema di allarme per agevolare il lavoro dei Vigili del Fuoco

Nel luglio 2018, 102 persone hanno perso la vita in un incendio a Mati in Grecia. Molte case e imprese sono andate distrutte. Gli scienziati lo descrivono come un rogo ''esplosivo'', senza precedenti.
È qui che abbiamo incontrato Vaso Kotroni, direttrice di ricerca dell'Osservatorio Nazionale di Atene e project manager di DISARM.

"DISARM è un progetto di cooperazione transfrontaliera e fa parte di Interreg Balkan Mediterranean - dice Kotroni - è stato finanziato dall'Unione europea e coinvolge partner provenienti da Grecia, Bulgaria e Cipro. L'obiettivo del programma è quello di offrire, di creare un approccio olistico alla questione degli incendi boschivi nella regione del Mediterraneo sudorientale.

"Così, nel contesto di DISARM, i tre Paesi hanno imparato a lavorare insieme, con l'obiettivo di acquisire una visione comune in relazione all'approccio olistico agli incendi boschivi. Condividiamo l'esperienza e portiamo la conoscenza un passo avanti" .

"Stiamo già lavorando per migliorare il sistema IRIS. Vogliamo includere più elementi. Per esempio, quando abbiamo raffiche di vento, il fuoco si diffonde molto più velocemente. Questo è qualcosa su cui stiamo lavorando e non appena l'applicazione sarà pronta, sarà parte di DISARM" .

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Mati, due anni dopo l'incendio: le polemiche sulle "gravi lacune" continuano

Incendi: la battaglia contro il fuoco grazie al progetto DISARM