Il Parlamento europeo critica la Turchia per gli arresti dei giornalisti

Il Parlamento europeo critica la Turchia per gli arresti dei giornalisti
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Mentre a Bruxelles il premier turco chiede rispetto reciproco, difende la libertà di stampa ma critica le nuove vignette di Charlie Hebdo

PUBBLICITÀ

Nella sua prima visita a Bruxelles il primo ministro turco Ahmet Davutoglu ha espresso solidarietà alle vittime degli attacchi terroristici in Francia, e sottolienato che Turchia e Unione europea condividono molti valori. Il premier ha partecipato domenica alla manifestazione a Parigi per la libertà di stampa.

“Il continente europeo è sempre stato un continente multiculturale e deve continuare ad esserlo – ha detto il premier- e i nostri valori, inclusa la libertà di espressione, sono valori comuni, al tempo stesso il rispetto reciproco è un valore importante che condividiamo”.

Lo stesso giorno a Strasburgo il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione in cui critica l’ondata di arresti contro i giornalisti in Turchia. A dicembre una trentina di giornalisti turchi sono finiti dietro le sbarre.

I deputati hanno chiesto al governo turco di accellerare le riforme per garantire il pluralismo dei media. Secondo il rapporto di un’ong americana Freedom House la Turchia è il paese europeo in cui libertà di stampa ha subito il peggior declino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia, la Commissione vuole sbloccare 137 miliardi di euro per i progressi sullo Stato di diritto

A Francoforte la sede dell'autorità antiriciclaggio, sconfitte Roma e Parigi

Protesta agricoltori: scontri con la polizia in Spagna, nuove manifestazioni in Francia