EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Francia, crisi climatica: per gli agricoltori uno dei peggiori raccolti di grano degli ultimi anni

Image
Image Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di Michela Morsa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le piogge più intense e frequenti del normale hanno distrutto gran parte delle coltivazioni e comportato gravi perdite per gli agricoltori. In tutta la Francia si prevede un raccolto di grano tenero di quasi 30 tonnellate, il 15 per cento in meno rispetto al 2023

PUBBLICITÀ

Il raccolto di grano del 2024 è già considerato uno dei peggiori degli ultimi anni dagli agricoltori francesi, che stanno lottando per mantenere in salute i loro campi a seguito di numerose tempeste e forti venti che hanno distrutto gran parte delle coltivazioni.

A causa degli eventi meteorologici estremi, troppo intensi e troppo frequenti, gli agricoltori stanno subendo gravi perdite in tutta la Francia, ha spiegato Nicolas Pailloux, presidente della Camera dell'Agricoltura dell'Indre, dipartimento della Francia centrale.

Lui stesso ha coltivazioni di grano e colza che sono state danneggiate e prevede di perdere 15mila euro di raccolto.

Oltre a combattere le malattie che colpiscono i loro raccolti, gli agricoltori stanno cercando di adattarsi al cambiamento climatico, ma è difficile a causa della sua imprevedibilità.

"Un anno secco, un anno piovoso, è l'imprevedibilità che lo rende complicato, perché ci sono tipi di colture che necessitano un clima secco, ma se poi l'anno successivo il clima è umido ne risentono", ha dichiarato Pailloux.

Secondo il ministero dell'Agricoltura in tutto il territorio francese si prevede un raccolto di grano tenero di 29,7 milioni di tonnellate. Nel complesso, la perdita della produzione è stimata a -15 per cento rispetto al 2023. Negli ultimi 30 anni è successo solo due volte, nel 2016 e nel 2020, che la produzione di grano tenero scendesse sotto le 30 tonnellate.

Il calo della produzione di tutti i cereali a paglia (grano tenero, grano duro, orzo, triticale, segale e avena) è stimato invece a -13 per cento, un dato significativo per la Francia che è il principale produttore ed esportatore di cereali in Europa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Francia: agricoltori dipendenti dall'Ue ma tentati dall'estrema destra

Gli agricoltori protestano: bloccata la frontiera tra Spagna e Francia

Francia, agricoltori circondano l'Arco di Trionfo in piena notte: 66 arresti