EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La Spagna aumenta la produzione di idrogeno verde, ma le energie rinnovabili tengono il passo?

Solar panels near the small town of Milagro, northern Spain. Spain is building on its reputation in renewable energy to position itself as a leader in green hydrogen.
Solar panels near the small town of Milagro, northern Spain. Spain is building on its reputation in renewable energy to position itself as a leader in green hydrogen. Diritti d'autore AP Photo/Alvaro Barrientos
Diritti d'autore AP Photo/Alvaro Barrientos
Di Angela Symons with AP
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Ma i critici avvertono del rischio di entrare in una "bolla dell'idrogeno"

PUBBLICITÀ

Grazie all'abbondanza di sole e vento, la Spagna si sta posizionando come futuro leader europeo nella produzione di idrogeno verde.

Ma alcuni esperti del settore energetico esprimono preoccupazione sull'avvio di un'industria che dipenderebbe da enormi aumenti di energia rinnovabile.

Attualmente, la maggior parte dell'idrogeno è prodotto da combustibili fossili: l'idrogeno cosiddetto "verde" viene prodotto utilizzando energia rinnovabile, come quella eolica, solare e idroelettrica.

Ecco perché l'Ue sta raddoppiando la produzione di idrogeno verde, come è coinvolta la Spagna e perché alcuni criticano questo "carburante del futuro".

Perché la produzione di idrogeno verde è importante in Europa?

AP Photo/Alvaro Barrientos
Solar panels in Los Arcos, Navarra Province, northern Spain.AP Photo/Alvaro Barrientos

Dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, il settore dell'idrogeno ha assunto una maggiore importanza in Europa.

La Russia è il secondo produttore mondiale di gas naturale, che alimenta la maggior parte della produzione globale di idrogeno. 

Con le sanzioni in vigore, l'Unione europea si sta concentrando sulle catene di approvvigionamento nel blocco per il suo fabbisogno energetico. 

"Le energie rinnovabili, compreso l'idrogeno rinnovabile, sono un pilastro centrale del piano REPowerEU, che è la strategia dell'Ue per sbarazzarsi dei combustibili fossili russi il prima possibile", afferma la commissaria europeo per l'energia, Kadri Simson.

Oltre a rafforzare la sicurezza energetica, l'idrogeno verde è importante per la spinta dell'Ue verso un'economia a zero emissioni. 

Entro il 2030, il blocco sta tentando di ridurre le emissioni del 55% rispetto a quelle del 2030.

A tal fine, ha proposto che l'Ue produca 10 milioni di tonnellate di idrogeno rinnovabile entro il 2030 e che ne importi altri 10 milioni.

Spagna, Francia, Germania e Portogallo hanno deciso di costruire un idrogenodotto entro il 2030 per trasportare circa due milioni di tonnellate di idrogeno in Francia.

Come si produce l'idrogeno verde?

AP Photo/Alvaro Barrientos
A truck moves down a road close to a solar park in Los Arcos, Navarra Province, northern Spain.AP Photo/Alvaro Barrientos

L'idrogeno verde viene creato quando le fonti di energia rinnovabili alimentano una corrente elettrica che attraversa l'acqua, separando le molecole di idrogeno e ossigeno.

Il processo non produce anidride carbonica, che è un fattore di riscaldamento per il pianeta, ma meno dello 0,1% della produzione globale di idrogeno viene attualmente creata in questo modo, secondo l'Organizzazione mondiale della Sanità.

Tuttavia, l'idrogeno è più comunemente prodotto in un processo chiamato steam-methane reforming: in genere, si utilizza il metano (CH4) ricavato dal gas naturale. 

PUBBLICITÀ

Gli atomi di idrogeno vengono separati da quelli di carbonio utilizzando vapore ad alta temperatura e pressione: si producono idrogeno "grigio", monossido di carbonio e CO2.

L'idrogeno separato può essere utilizzato nella produzione di acciaio, ammoniaca e prodotti chimici, che richiedono processi industriali più difficili da eliminare.

L'idrogeno può essere utilizzato anche come carburante per i trasporti, il che potrebbe un giorno trasformare i trasporti marittimi e aerei, altamente inquinanti.

Perché la Spagna è ben posizionata per essere leader nella produzione di idrogeno verde?

L'ampio territorio spagnolo, colpito dal vento e scarsamente popolato, riceve in media più di 2.500 ore di sole all'anno, secondo l'Agenzia meteorologica statale: ciò fornisce le condizioni ideali per l'energia eolica e solare e quindi per l'idrogeno verde.

PUBBLICITÀ

Il governo spagnolo ha annunciato una tabella di marcia per l'idrogeno già nel 2020: la Spagna ha già raggiunto gli obiettivi di capacità di idrogeno verde quattro volte: il Paese ha ora 15,5 gigawatt di capacità rispetto all'obiettivo iniziale del 2030.

L'Agenzia internazionale dell'energia (Aie) ha dichiarato a dicembre che la Spagna rappresenterà la metà della crescita della capacità rinnovabile dedicata alla produzione di idrogeno in Europa.

Le critiche si sono concentrate sul costo più elevato dell'idrogeno verde rispetto all'idrogeno grigio, altamente inquinante, ricavato dal gas naturale.

L'idrogeno verde può aiutare a ridurre i combustibili fossili laddove l'elettrificazione non è praticabile

PUBBLICITÀ

Mentre alcuni settori sono sempre più elettrici, altri sono più difficili da decifrare: rispetto all'elettricità, l'idrogeno può garantire meglio le alte temperature richieste dall'industria pesante. 

In settori come l'automobilismo e il riscaldamento, invece, l'elettricità è efficace: per settori come questi, "è fondamentale elettrificare", afferma la ministra spagnola per la Transizione ecologica, Teresa Ribera. 

Perché alcuni criticano la spinta dell'Europa verso l'idrogeno verde?

Per costruire un futuro ad idrogeno verde sarà necessaria un'enorme quantità di energia elettrica rinnovabile.

Secondo l'Aie, entro il 2027 il mondo avrà bisogno di 50 gigawatt di capacità rinnovabile dedicata alla produzione di idrogeno verde, un aumento di 100 volte.

PUBBLICITÀ

Ribera sa che l'idrogeno verde richiede un investimento iniziale che si ripagherà solo a lungo termine. 

Alcuni esperti del settore sostengono che la spinta all'idrogeno verde sia l'obiettivo sbagliato in un momento delicato per le energie rinnovabili, dopo le conseguenze della guerra in Ucraina sul settore energetico.

"In Europa, in particolare, c'è stata un'enorme spinta verso l'idrogeno, che dal mio punto di vista è ingiustificabile", afferma Antonella Battaglini, amministratrice della Renewables Grid Initiative.

L'attuale domanda di idrogeno supera di gran lunga l'offerta prevista dall'Ue, sostiene quest'ultima, e ciò comporta "il rischio di essere allontanati dall'elettrificazione diretta verso una bolla di idrogeno".

PUBBLICITÀ
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Ue lancia una banca dell'idrogeno per sviluppare la fonte di energia

I pannelli solari potrebbero essere installati tra i binari ferroviari in anteprima mondiale

Grecia, le piccole astuzie e i pannelli solari contro la crisi energetica