Scoperta in Italia una "Tomba di Cerbero" di 2.000 anni fa con affreschi mozzafiato

Un'eccezionale tomba a camera in perfetto stato di conservazione è stata scoperta all'interno di un terreno coltivato nel comune di Giugliano in Campania.
Un'eccezionale tomba a camera in perfetto stato di conservazione è stata scoperta all'interno di un terreno coltivato nel comune di Giugliano in Campania. Diritti d'autore Credit: EBU
Di Theo FarrantEBU
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Le valutazioni preliminari suggeriscono che la tomba risale all'età repubblicana e romana imperiale

PUBBLICITÀ

Una tomba a camera straordinariamente ben conservata è venuta recentemente alla luce all'interno di un terreno coltivato situato nel comune di Giugliano in Campania, vicino a Napoli, durante un'indagine archeologica in vista di un aggiornamento della rete idrica cittadina.

Secondo i primi esami, la tomba risale a circa 2.000 anni fa.

L'ingresso della tomba era sigillato da una lastra di tufo e, una volta entrati, la camera ha rivelato splendidi affreschi che adornano le pareti.

A recently-discovered frescoe depicting the Ancient greek creature Cerberus
A recently-discovered frescoe depicting the Ancient greek creature CerberusCredit: EBU / Canva Images
An exterior shot of the recently-discovered chamber tomb near Naples
An exterior shot of the recently-discovered chamber tomb near NaplesCredit: EBU

Tra questi affreschi c'è una notevole rappresentazione del cane a tre teste, Cerbero, che ha fatto sì che la tomba venisse giustamente soprannominata "Tomba di Cerbero".

Cerbero, noto anche come il "mastino dell'Ade", era famoso per sorvegliare le porte degli Inferi per impedire alle anime dei defunti di fuggire.

La scena raffigurata rappresenta il culmine delle dodici fatiche di Ercole, durante le quali riuscì a catturare Cerbero.

La tomba contiene anche rappresentazioni di scene mitologiche con ittiocentauri, esseri con la parte superiore del corpo di un uomo, le zampe anteriori e la metà anteriore inferiore di un cavallo e code simili a quelle di un pesce.

L'archeologa Valentina Russo, presente alla scoperta, spiega: "L'emozione è stata enorme: le urla, gli abbracci, trovare una cosa del genere non capita tutti i giorni".

Lo scavo completo della tomba a camera è attualmente in corso e gli archeologi intendono esplorare anche la necropoli più ampia che circonda la tomba.

Video editor • Theo Farrant

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gli scavi di Göbeklitepe, l'archeologia che stravolge la storia

Archeologia, un'antica necropoli scoperta a Parigi

Eurovision 2024: Israele accetta di cambiare il testo della sua canzone "October rain"